Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Durante la cerimonia di apertura del 37° Campionato del Mondo di Ginnastica Ritmica a Baku, il presidente della Federazione Mondiale di Ginnastica, Morinari Watanabe, ha tenuto il discorso di benvenuto a tutti i presenti e ha espresso il suo rammarico per la scomparsa del suo predecessore, il numero uno della Federazione internazionale dal 1997 al 2016, il prof. Bruno Grandi. “Oggi, stiamo piangendo la perdita di un uomo di buon cuore – ha detto sul palco della National Gymnastics Arena -  un uomo che ci ha mostrato la strada e lo ha fatto con la forza della sua passione per le discipline ginniche. Con la stessa irrefrenabile energia sosteneva la giustizia nello sport e poneva sempre la sicurezza degli atleti al primo posto. I suoi valori e il suo spirito continueranno ad ispirarci per gli anni a venire". Il Presidente Watanabe ha poi mostrato a tutti la lettera inviata dal Comitato Olimpico internazionale ai familiari del “Professore”. Per il presidente onorario della Federazione Ginnastica d’Italia, il numero uno della FIG ha disposto l’osservazione di un minuto di silenzio in suo onore così come ha fatto il presidente nazionale, cav. Gherardo Tecchi, durante tutto il fine settimana appena trascorso. Ciao Bruno!

Dal nostro inviato Federico Calabrò - Credit foto: Enrico Della Valle/FGI