Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Un crescendo musicale ha accompagnato la coppia mista azzurra dell'Acrobatica nel suo primo campionato mondiale di categoria. Oggi sulla pedana della Lotto Arena di Anversa, dopo una fase di qualificazione a dir poco entusiasmante culminata con l'accesso alla finale, Lorenzo Martino e Rebecca Sirca si sono giocati il tutto per tutto nell'esercizio combinato. Il duo della società Grugliasco ha totalizzato 26.350 punti validi per la settima posizione in classifica. L'Inghilterra sale sul gradino più alto del podio belga con 28.400 punti. Argento per la Russia con il punteggio di 28.150. Bronzo per il Portogallo a quota 28 punti netti. Dalla quarta alla sesta posizione troviamo, in ordine, Belgio (pt. 27.550), Ucraina (pt. 26.750) e Kazakistan (pt. 26.690) mentre, alle spalle della formazione italiana, Stati Uniti (pt. 26.250), Bielorussia (pt. 26.150) e Germania (pt. 26.050). "Per una finale così abbiamo optato per un esercizio dalle difficoltà molto audaci - ha dichiarato la referente nazionale di sezione Erica Loiacono - Dovevamo puntare al massimo! Scelta perfetta dato che ci ha assicurato un punteggio artistico di 8.65 anche se l'esecuzione non è risultata impeccabile. Potevamo scalare ulteriormente la classifica ma essere davanti a nazioni forti come gli Stati Uniti, la Bielorussia e la Germania non è cosa da poco". "Sono ragazzi giovanissimi - le fa eco il referente nazionale di giuria Marco Palella - Hanno un'età che consente loro di rientrare nella fascia 11-16 anni e rimanere in quella 12 -18 fino al 2021. Il nostro prossimo obiettivo è il campionato continentale del 2019 ad Holon (Israele). Ci aspetta un lungo lavoro tecnico per migliorare la parte artistica e quella coreografica puntando a una maggiore precisione degli esercizi in gara".