Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Dopo aver conquistato ieri l’accesso alla finale All-around insieme a Martina Maggio, Vanessa Ferrari non farà parte del gruppo delle migliori 24 del Campionato Europeo di Basilea. A deciderlo il Direttore Tecnico nazionale Enrico Casella: “Dopo il periodo di fermo a causa del covid ed essere rientrata su tutti e quattro gli attrezzi, ho preferito fermare Vanessa per precauzione. Non posso chiederle di rifare tutta quanta la gara visto anche l’appuntamento di domenica con la finale al corpo libero, dove può giocarsi veramente qualcosa di importante a livello continentale”. Secondo il regolamento internazionale la Ferrari andrebbe sostituita da un’altra azzurra. “In un primo momento ho pensato di sostituirla con Alice D’Amato – continua il DTN – ma anche per lei ho deciso che sia meglio puntare sulla finale alle parallele perché durante la fase di qualificazione, nello stacco della seconda diagonale al corpo libero, ha sentito una fitta al polpaccio. Niente di grave ma non me la sento di farle fare nuovamente tutto il concorso generale”. Rinunciando alla seconda finale All-around per l’Italia, da regolamento, entrerà la prima riserva di ieri, l’olandese Naomi Visser. Martina Maggio quindi, qualificata ieri con il quarto punteggio – quello della terza russa viene scartato per la regola delle due ginnaste per nazione – sarà l’unica azzurra tra le migliori 24 del Vecchio Continente e inizierà la sua finale al volteggio, proseguendo poi con parallele, trave e corpo libero.

Dal nostro inviato Federico Calabrò