Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Si è conclusa quest'oggi, con le finali di specialità per attrezzo, la World Challenge Cup di Ginnastica Ritmica, in scena nel weekend a Cluj Napoca, in Romania. La Squadra Nazionale e le individualiste azzurre chiudono l'ultimo appuntamento internazionale, prima del Campionato Mondiale di Kitakyushu (27-31 ottobre), con altre cinque medaglie da riportare in Italia, per un totale di sette metalli, dopo l'oro delle Farfalle e l'argento di Milena Baldassarri nel concorso generale di ieri.

La capitana Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Agnese Duranti, Martina Santandrea e Daniela Mogurean, tutte avieri dell'Aeronautica Militare, con la riserva Alessia Russo in forza alle Fiamme Oro della Polizia di Stato, hanno fatto risuonare due volte l'inno di Mameli. Infatti, sono salite sul gradino più alto del podio sia nella finale alle cinque palle (47.650 punti), chiusa davanti a Germania e Francia, sia in quella mista con i tre cerchi e quattro clavette (45.600 punti), lasciando dietro il gruppo tedesco e la Finlandia. Un ottimo biglietto da visita per la Squadra italiana, allenata da Olga Tishina e Camilla Patriarca, in vista della rassegna iridata, in scena fra dieci giorni in Giappone, laddove ad agosto avevano festeggiato lo splendido bronzo ai Giochi Olimpici di Tokyo. Grande soddisfazione per la Direttrice Tecnica Emanuela Maccarani, in Romania anche in veste di ufficiale di gara.

Non sono state da meno le due individualiste azzurre, entrambe avieri del Gruppo Sportivo di Vigna di Valle. Alexandra Agiurgiuculese, che aveva chiuso al settimo posto l'All Around, si riscatta conquistando due medaglie. La ginnasta originaria di Iasi, allenata da Elena Aliprandi, centra una doppietta di bronzo alla palla (24.700) e al nastro (23.150), mentre ha chiuso al sesto posto la final eight al cerchio. Milena Baldassarri, invece, accompagnata in gara dalla tecnica Kristina Ghiurova, ha preso parte a tutte le finali di specialità, riuscendo a conquistare un altro argento, dopo quello di ieri, proprio al nastro (23.750) dove fa meglio di una posizione rispetto alla compagna di Nazionale. La ravennate, cresciuta alla corte della Faber Fabriano, finisce di un soffio ai piedi del podio nella final eight a cerchio, palla e clavette. Tutte le finali sono state vinte dalla bulgara Boryana Kaleyn, le altre medaglie – eccetto quelle di marca azzurra – se le sono divise le due russe Daria Trubnikova (argento alla palla e bronzo a cerchio e clavette) e Irina Annenkova (argento a cerchio e clavette).

Per chi si fosse perso la giornata conclusiva della Coppa del Mondo di Cluj Napoca, è possibile rivedere le finali sul canale YouTube della Federazione Ginnastica d'Italia, per godersi la bella prestazione delle ginnaste italiane, a pochi giorni dal Mondiale post olimpico.

RISULTATI

FINALE INDIVIDUALE CERCHIO

FINALE INDIVIDUALE PALLA

FINALE INDIVIDUALE CLAVETTE

FINALE INDIVIDUALE NASTRO

FINALE SQUADRE 5 PALLE

FINALE SQUADRE MISTO