Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Nella seconda giornata di finali alla World Challenge Cup di Osijek, in Croazia, Salvatore Maresca si conferma sempre più ad alti livelli. L’anellista della Ginnastica Salerno - dopo il bronzo ai recenti Europei di Basilea e l’argento alla World Challenge Cup di Varna, in Bulgaria, di fine maggio – si migliora e impreziosisce il suo palmares con una medaglia d’oro, a pari merito con l’austriaco Vinzenz Hoeck. Il “Thor” di Castellammare di Stabia e il ginnasta di Salisburgo, con il medesimo punteggio di 14.900, si spartiscono il primo gradino del podio davanti al turco Adem Asil, terzo a quota 14.866. Quarto posto per Ibrahim Colak (14.666 pt). Completano la classifica: Igor Radivilov (14.600), Nikita Simonov (14.433), Ivan Tikhonov (14.166) e Yevgen Yudenkov (13.933). Lorenzo Galli invece, tra i finalisti alla sbarra, ottiene il sesto miglior punteggio, di poco dietro il bulgaro Yordan Aleksandrov (13.533 pt). L’Aviere dell’Aeronautica Militare, con 13.333 punti, si posiziona davanti all’israeliano Alexander Myakinin (12.600 pt) e al belga Noah Kuavita (12.033 pt). Trionfa in questa specialità il padrone di casa, il croato Tin Srbic che, con 14.900 punti, vince l’oro davanti all’ungherese Krisztian Balazs, argento con 14.433 e al turco Adem Alis, bronzo con 14.133. Ai piedi del podio il kazako Milad Karimi, a quota 14.033. Si conclude così la World Challenge Cup per la delegazione azzurra guidata dagli ufficiali di gara Diego Lazzarich – anche nelle vesti di funzionario delegato - e formata anche da Carmine Luppino, Alberto Busnari e Antonello Compagnoni. Tutte le finali di questa emozionante World Challenge Cup di Artistica maschile e femminile sono disponibili on demand sul canale Youtube della Federginnastica.