Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Sofia, Bulgaria. Crocevia dello sport italiano in questo weekend. Da una parte ci sono le ginnaste individualiste della Nazionale di Ritmica: Milena Baldassarri, aviere dell'Aeronautica Militare e qualificata per i Giochi Olimpici di Tokyo, e Sofia Raffaeli, giovane talento azzurro che proprio oggi ha conquistato la qualificazione alle finali con clavette e nastro nella World Cup di Sofia, in scena domani all'Arena Armeec. Dall'altra parte c'è la Nazionale di calcio, che – dopo la vittoria di giovedì contro l'Irlanda del Nord – sfiderà la Bulgaria, domani sera nella gara di qualificazione ai Mondiali del Qatar 2022. In comune hanno l'hotel che li ospita nella loro trasferta sportiva, il Grand Hotel Millenium nel centro della città, e i colori che difendono: quelli azzurri dell'Italia. La delegazione della Federginnastica – completata dalla tecnica Julieta Cantaluppi, ginnasta olimpica a Londra nel 2012, dall'ufficiale di gara Emanuela Agnolucci e dal fisioterapista Alessandro Calcinaro – ha incontrato i calciatori della squadra guidata dal ct Roberto Mancini, che ne hanno approfittato per fare l'in bocca al lupo alla 17enne ginnasta marchigiana, che domani sfiderà nelle final eight le big internazionali nella sua prima Coppa del Mondo (in diretta dalle 11.30 su La7d e in streaming su La7.it) e si sono anche complimentati con Baldassarri per il traguardo olimpico già in tasca. Le due individualiste hanno garantito agli azzurri di seguire la partita con la Bulgaria, in uno scambio di tifo reciproco a tinte azzurre.

Servizio di Giorgia Baldinacci