Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Si è concluso oggi l'All Around individuale della World Cup di Ginnastica Ritmica, in scena all'Arena Armeec di Sofia, per la prima delle quattro tappe di Coppe del Mondo qualificanti per i Giochi Olimpici di Tokyo. Al suo esordio da senior in questa competizione, l'azzurra Sofia Raffaeli, talento della Ginnastica Fabriano classe 2004, ha chiuso al 10° posto il concorso generale con il totale di 87.600 ma soprattutto ha centrato la qualificazione a due finali. La “formica atomica” ha strappato il pass alle clavette - dopo l'ottimo 24.500 che la lancia nella sfida tra le migliori otto nella specialità - e poi si è concessa il bis rientrando anche nella final eight al nastro, conquistata grazie al punteggio di 20.300. Dopo l'emozione che l'aveva condizionata nel debutto bulgaro di ieri, Sofia ha tirato fuori tutta la sua grinta e domani, dalle ore 11.30 in diretta su La7d e in simulcast su La7.it, proverà a giocare con i suoi sogni nelle finalissime. La 17enne marchigiana farà vedere di nuovo in pedana l'esercizio alle clavette sulle note di Merry Christmas Mr. Lawrence, colonna sonora dell'omonimo film, firmata dal compositore Ryuichi Sakamoto, e quello al nastro, accompagnata dalla melodia del Tango de Amor, nella versione suonata dell'orchestra di Broadway nel musical The Addams Family a New York. “Sono molto contenta di Sofia, è riuscita a concentrarsi – ha raccontato alla Federginnastica la tecnica Julieta Cantaluppi, in Bulgaria insieme alla capo delegazione nonché ufficiale di gara Emanuela Agnolucci e al fisioterapista federale Alessandro Calcinaro – Saranno le prime due finali che farà da senior in una World Cup. Se lo merita, è una ginnasta giovane con ampi margini di miglioramento: sono curiosa di vedere come reagirà”.

L'altra azzurra, convocata dalla D.T.N. Emanuela Maccarani per l’esordio “in presenza” dell’Italia nell’era Covid, Milena Baldassarri ha concluso il rientro in campo internazionale al 22° posto con il totale sui quattro attrezzi di 82.500, complice qualche errore che ne ha penalizzato il risultato finale. L'aviere dell'Aeronautica Militare, già qualificata per i Giochi Olimpici, paga le perdite d'attrezzo sia alle clavette (22.050) sulla canzone di Billie Eilish Bury a Friend che al nastro (18.050) sulle note di Elegie: O Doux Printemps D'autrefois di Joshua Bell. “Milena ha sentito anche oggi la tensione, ha bisogno di qualche gara per concentrarsi e fare tutto bene – ha spiegato la sua allenatrice Cantaluppi – Sarà di insegnamento e sono sicura che già nella prossima Coppa farà molto meglio in pedana. Il suo obiettivo è arrivare al meglio ai Giochi Olimpici”.

Per appena due decimi, l'israeliana Linoy Ashram, fresca campionessa europea a Kiev, supera nell'All Around la padrona di casa Boryana Kaleyn (98.450 contro 98.250) e vince la World Cup bulgara; sul terzo gradino del podio la bielorussa Alina Harnasko. Quindi, domani in pedana le big internazionali per le quattro finali individuali insieme alle migliori squadre che si sono qualificate per la specialità alle cinque palle e nel misto con tre cerchi e quattro clavette. Il cammino per la finalissima di Pesaro, iniziato dai Balcani, proseguirà poi a Tashkent in Uzbekistan il 18 aprile, a Baku in Azerbaijan il 9 maggio (dove è atteso l'esordio della squadra Nazionale delle Farfalle azzurre) mentre il traguardo è fissato alla Vitrifrigo Arena di Pesaro dal 28 al 30 maggio 2021, in diretta su La7.

Servizio di Giorgia Baldinacci

CLASSIFICA ALL AROUND

QUALIFICAZIONI CLAVETTE

QUALIFICAZIONI NASTRO

START LIST FINALI CLAVETTE/NASTRO