Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Prosegue la marcia di avvicinamento al tanto atteso Mondiale di Ginnastica Ritmica, che – dal 16 al 22 settembre – metterà in palio a Baku in Azerbaijan i pass di qualificazione per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020. L’estate dei piccoli attrezzi è stata caldissima, si è snodata tra le diverse tappe di World Challenge Cup in giro per il mondo: tutti appuntamenti, nei quali sono state protagoniste le azzurre della Nazionale italiana con la squadra e le individualiste, propedeutici per arrivare al meglio alla rassegna iridata. Minsk, Cluj Napoca, Kazan e infine Portimao dove questo weekend andrà in scena l’ultima Coppa del Mondo prima di volare in Azerbaijan.

In Portogallo dal 6 all’8 settembre, le Farfalle – medaglia di bronzo nel concorso generale in Russia – Milena Baldassarri e Alexandra Agiurgiuculese roderanno i propri esercizi, pronte al fondamentale Mondiale ormai alle porte. La Squadra Nazionale degli avieri dell’Aeronautica Militare – Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Agnese Duranti, Martina Santandrea, Letizia Cicconcelli e Anna Basta – ha da tempo in tasca la qualificazione per l’Olimpiade nipponica, ma non intende comunque arretrare di un centimetro nella preparazione e nel confronto con le avversarie di sempre. Invece le due individualiste – anch’esse appartenenti all’Aeronautica Militare e cresciute rispettivamente nella Faber Fabriano e nell’Udinese – si giocheranno a Baku il sogno di partecipare ai loro primi Giochi Olimpici.

Per questo motivo la tappa di World Challenge Cup di Portimao assume un’importanza particolare, come ultimo test per perfezionare i quattro esercizi che porteranno in Azerbaijan. La delegazione italiana – guidata dalla Direttrice Tecnica Nazionale Emanuela Maccarani – sarà completata dall’ufficiale di gara Elena Aliprandi, dalle tecniche Julieta Cantaluppi, Spela Dragas e Olga Tishina, dalla coreografa Federica Bagnera e dalla fisioterapista Carlotta Mauri.

Di Giorgia Baldinacci