Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Una World Cup tira l'altra e non c'è un attimo di respiro per la Ritmica italiana, che corre a lunghe falcate verso l'evento più atteso dell'anno, il Mondiale di Baku che si terrà dal 16 al 22 settembre in Azerbaijan e sarà fondamentale per la qualificazione delle individualiste ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Dopo l'appuntamento e le medaglie di Ferragosto a Minsk in Bielorussia, le azzurre dei piccoli attrezzi – senza però le Farfalle, che domani daranno spettacolo in un nuovo allenamento a porte aperte al Pala Golfo di Follonica – sono volate a Cluj Napoca in Romania per la seconda tappa di World Challenge Cup della stagione 2019. Alla BT Arena, nel paese d'origine di Alexandra Agiurgiuculese, quest'oggi è andata in scena la prima giornata di qualificazioni individuali a cerchio e palla, che hanno visto protagonista – oltre la campionessa italiana in carica – anche Sofia Maffeis, stellina della Polisportiva Varese.

La ginnasta di Iasi, nata quasi 400 chilometri più in là della sede di gara e cresciuta nell'Udinese, dopo le prime due rotazioni occupa la quinta posizione provvisoria (a Minsk aveva chiuso ai piedi del podio il concorso generale) con il parziale di 42.500, a 3.500 punti dalla momentanea capolista, l'israeliana Linoy Ashram seguita dalla russa Ekaterina Selezneva e dall'ucraina Vlada Nikolchenko. L'aviere dell'Aeronautica Militare, accompagnata in Romania dalla sua tecnica Spela Dragas, ha svolto un ottimo esercizio al cerchio, tanto da valere il punteggio di 22.450 e la quarta piazza in qualifica, utile per conquistare la finale di specialità in scena domenica. Più fallosa, invece, ma comunque valida, la prestazione alla palla non abbastanza pulita (20.050 punti) per permettere ad Alexandra di accedere alla seconda final eight di oggi.

Tanta soddisfazione, nonostante non siano arrivate le finali, per la prima giornata di gara di Sofia Maffeis che continua a mettere in cascina esperienza internazionale in competizioni di assoluto livello e al cospetto delle rivali più forti provenienti da tutto il mondo. La ginnasta, allenata da Irina Roudaia, ha ottenuto il punteggio di 18.900 nella rotazione al cerchio e di 16.500 in quella alla palla, dimostrando sempre più carattere e qualità: “Tutte e due le ragazze – ci ha raccontato l'allenatrice – sono andate bene nel primo attrezzo, con qualche errore nel secondo. Comunque, per Sofia, sono buonissimi punteggi perché è migliorata ed entra sempre più determinata in pedana. Speriamo di migliorarci nella giornata di domani”, ha concluso Roudaia, presente a Cluj insieme alla delegazione italiana guidata dalla giudice internazionale Maria Isabella Zunino Reggio. Domani, quindi, sono in programma le altre due rotazioni di qualifica a clavette e nastro, al termine delle quali verrà sancita la classifica all around della World Cup romena. Domenica, infine, sarà dedicata alle finali di specialità.

RISULTATI QUALIFICHE CE/PA

 CLASSIFICA ALL AROUND
1. ASHRAM Linoy (ISR) 46.000
2. SELEZNEVA Ekaterina (RUS) 45.500
3. NIKOLCHENKO Vlada (UCR) 44.950
5. AGIURGIUCULESE Alexandra (ITA) 42.500
24. MAFFEIS Sofia (ITA) 35.400