Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Hanno preso il via oggi, nella città turca di Mersin, i campionati europei di ginnastica artistica femminile. Le senior hanno gareggiato nei loro turni di qualificazione con l'obiettivo di conquistare uno dei sei posti della finale a squadre oppure degli otto, due per nazione, delle finali per attrezzo. Lo scoop di giornata è stato senz’altro il ritorno in pedana di Larisa Iordache. Ebbene la ventiquattrenne di Bucarest ha dimostrato di essere quella di un tempo, trascinando la Romania in testa alla classifica provvisoria e qualificandosi in tutte e quattro le final eight di specialità, in pole position a trave e corpo libero, seconda sugli staggi e terza al volteggio. Domenica sarà accompagnata dalle connazionali Ioana Stanciulescu sulla rincorsa dei 25 metri, Silviana Sfiringu alla trave e Antonia Duta sul quadrato centrale. L'Ucraina è riuscita a tenere botta, malgrado una gara da montagne russe, e sabato partirà dalla piazza d’onore. Tutte e cinque le ginnaste di Kiev centrano finali individuali, con Anastasia Motak a volteggio, parallele e trave, Yelyzaveta Hubareva sugli staggi, Anastasia Bachynska alla trave, mentre Angelina Radivilova e Diana Varinska le rivedremo al corpo libero. Zsofia Kovacs, vice campionessa continentale all-around nel 2017, ha ottenuto il punteggio più alto al volteggio e alle parallele, l’Ungheria al terzo posto, ad appena un punto dall'Ucraina. Csenge Bacskay entra nella sfida al volteggio, Zoja Szekely alle parallele e, insieme a Dorina Boeczoego, al corpo libero. Le padrone di casa, per ora, si devono accontentare del quarto posto con Dilara Yurtdas ammessa sui 25 metri, Bilge Tarhan alla trave e Goksu Uctas Sanli al corpo libero. La talento lettone Elina Vihrova, figlia del campione olimpico si Sydney 2000 Igors Vihrovs, accede a tre final eight, mentre la croata Christina Zwicker gareggerà sugli staggi e alla trave. Domani tocca alle juniores con il turno di qualificazione alle finali di specialità che però varrà già come finale a squadre ed all-around. Prepariamoci a sentire i primi inni nazionali! La gara sarà a porte chiuse ma si potrà seguire la competizione in diretta streaming sul portale dell’Eurovision (CLICCA QUI) e su gymtv.online, dove, grazie a SmartScoring, verranno pubblicati i punteggi live.

QUALIFICAZIONI

Concorso a squadre Senior
1. Romania 159.496
2. Ukraine 154.896
3. Hungary 154.129
4. Turkey 147.129
5. Czech Republic 142.229
6. Croatia 140.064

Volteggio
1. Zsofia Kovacs (HUN) 14.049
2. Anastasia Motak (UKR) 13.933
3. Larisa Iordache (ROU) 13.716
4. Csenge Bacskay (HUN) 13.683
5. Dilara Yurtdas (TUR) 13.433
6. Ioana Stanciulescu (ROU) 13.383
7. Elina Vihrova (LAT) 13.383
8. Tijana Korent (CRO) 13.383

Parallele asimmetriche
1. Zsofia Kovacs (HUN) 14.133
2. Barbora Mokosova (SVK) 13.566
2. Larisa Iordache (ROU) 13.566
4. Zoja Szekely (HUN) 13.333
5. Anastasia Motak (UKR) 12.700
6. Yelyzaveta Hubareva (UKR) 12.666
7. Christina Zwicker (CRO) 12.600
8. Elina Vihrova (LAT) 12.500

Trave
1. Larisa Iordache (ROU) 13.633
2. Silviana Sfiringu (ROU) 13.100
3. Anastasia Bachynska (UKR) 13.000
4. Elina Vihrova (LAT) 12.733
5. Anastasia Motak (UKR) 12.733
6. Bilge Tarhan (TUR) 12.366
7. Christina Zwicker (CRO) 12.100
8. Elisa Haemmerle (AUT) 12.066

Corpo libero
1. Larisa Iordache (ROU) 13.433
2. Antonia Duta (ROU) 13.200
3. Angelina Radivilova (UKR) 13.066
4. Lihie Raz (ISR) 12.933
5. Dorina Boeczoego (HUN) 12.633
6. Diana Varinska (UKR) 12.500
7. Zoja Szekely (HUN) 12.466
8. Goksu Uctas Sanli (TUR) 12.400