Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

In riferimento alle recenti disposizioni contenute del DPCM del 24 ottobre 2020 in vigore fino al 24 novembre p.v., che si pubblica per intero insieme ad uno stralcio con i punti maggiormente riguardanti le attività sportive, si ritiene opportuno richiamare l’attenzione delle Affiliate su quanto segue.

  1. Nell’art. 1.9 lettera e) il Decreto consente lo svolgimento, a porte chiuse e nel rispetto dei Protocolli anticontagio, di eventi e competizioni sportive individuali e di squadra riconosciute di interesse nazionale dai vari Enti Sportivi Nazionali tra cui le Federazioni, così come gli allenamenti degli atleti in preparazione a tali eventi e competizioni. E’ quindi lecito intendere come “eventi e competizioni riconosciute di interesse nazionale” dalla scrivente Federazione non solo quanto previsto nei Calendari Nazionali del 2° semestre 2020, comprese le gare di Zona Tecnica in quanto fasi di Campionati Nazionali, ma anche tutte le attività programmate nei già pubblicati Calendari Nazionali 2021.
    L’aggiornamento delle FAQ pubblicate dal Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri in data 27 ottobre, di cui al seguente link,
    http://www.sport.governo.it/it/emergenza-covid-19/faq-al-dpcm-del-24-ottobre-2020/ ha chiarito molto bene, alla FAQ 6, che per eventi e competizioni debbono intendersi tutti i confronti competitivi, tra due o più atleti, inseriti nel Calendario Agonistico. Tale importante precisazione circoscrive quindi le attività autorizzate da DPCM del 24 ottobre solo a quelle , gare ed allenamenti, per le quali le vigenti Norme Tecniche Federali prevedono un certificato medico di idoneità all’attività agonistica ed un tesseramento come atleta agonista.
  2. Nello stesso articolo, alla lettera f) il Decreto consente le attività sportive di base e l’attività motoria in genere (le attività quindi di coloro che non si preparano per eventi e competizioni riconosciute di interesse nazionale) svolte presso centri e circoli sportivi con la condizione che si svolgano all’aperto.
  3. La lettera g) dell’art.1.9 sospende lo svolgimento di tutte le attività, eventi, competizioni ed allenamenti degli sport di contatto. Tuttavia un successivo chiarimento del Dipartimento per lo Sport con la pubblicazione di FAQ consente l’attività degli sport di contatto (allenamenti e gare) se riconosciute di “interesse nazionale” dagli Enti Sportivi Nazionali, e quindi dalla Federazione. Ne consegue che lo svolgimento di eventi e competizioni è possibile nel momento in cui essi sono indicati nei Calendari Nazionali Federali, così come gli allenamenti per coloro che si preparano per la partecipazione a tali eventi/competizioni.
  4. Altro importante aggiornamento risulta essere il contenuto della FAQ 17 riguardante il possibile utilizzo delle palestre scolastiche per accogliere le attività di allenamento degli atleti in preparazione alle competizioni di cui all’art. 1.9 lettera e) del DPCM 24 ottobre e di cui al punto 1) del presente documento.

Rimane inteso il rigoroso rispetto di tutte le indicazioni contenute nel Protocollo di Sicurezza per limitare il rischio di contagio Covid 19 in tutte le occasioni consentite secondo il DPCM del 24 ottobre 2020.
In riferimento all’utilizzo delle palestre scolastiche e/o di proprietà degli Enti locali e nella necessità di dover presentare opportune dichiarazioni sull’attività svolta o elenchi di tesserati agonisti certificati dalla Federazione le Affiliate possono rivolgersi agli Organi Territoriali (Comitati/Delegazioni) di giurisdizione che potranno supportarle al riguardo.