Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Si riporta, a seguire, un memorandum, per le società affiliate, inerenti le misure adottate, dalle preposte autorità governative, per sostenere e rilanciare lo Sport in Italia:

  1. Decreto Legge “Rilancio” n. 34/2020 – misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da Covid 19

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI LAVORATORI SPORTIVI

Indennità

  • Per i lavoratori del mondo dello sport, titolari di rapporti di collaborazione con il CONI/CIP/FFSSNN/DDSSAA/EEPPSS/SSD/ASD non percettori di altro reddito, viene confermata l’indennità (bonus) di 600 euro, senza necessità di ulteriore domanda per i soggetti già beneficiari per il mese di marzo 2020, anche pe mesi di aprile e maggio 2020.

Fondo Rilancio Sistema Sportivo Nazionale

  • Stabilito il limite massimo di 40 milioni di euro per il 2020 e di 50 milioni di euro per il 2021. Il bilancio è alimentato da una quota pari allo 0,5% del totale della raccolta da scommesse relative ad eventi sportivi di ogni genere. La quota verrà ridotta qualora l’ammontare delle entrate fosse inferiore al previsto.

Cassa integrazione

  • Vengono inclusi nella cassa integrazione in deroga i lavoratori dipendenti iscritti al fondo pensione sportivi professionisti con retribuzione annua lorda non superiore a 50.000 euro e limitatamente ad un periodo massimo di 9 settimane.

DISPOSIZIONI IN TEMA DI IMPIANTI SPORTIVI

Locatari pubblici

  • Viene prorogata dal 31 maggio al 30 giugno 2020 la sospensione dei termini  di pagamento di  canoni di locazione e concessori relativi all’affidamento di impianti sportivi pubblici dello Stato e degli enti territoriali per  FFSSNN/EEPPSS/Società e Associazioni sportive con domicilio fiscale, sede legale o sede operativa nel territorio dello Stato. 
  • Il termine per i versamenti sospesi viene prorogato dal 30 giugno al 31 luglio 2020 con possibilità di rateizzazione al massimo in quattro rate mensili di pari importo a decorrere da luglio 2020.
  • Per i concessionari di impianti sportivi pubblici è possibile chiedere la revisione dei rapporti in scadenza entro il 31 luglio 2023 mediante la rideterminazione delle condizioni di equilibrio economico-finanziarie originariamente pattuite, anche attraverso la proroga della durata del rapporto, per favorire il graduale recupero dei proventi non incassati e l’ammortamento degli investimenti effettuati o programmati, oppure, in caso di mancato accordo, per la recessione dal contratto.

Locatari Privati 

  • In caso di contratto di locazione relativa ad impiantistica di proprietà di soggetti privati, causa sovpravvenuto squilibrio dell’assetto economico per sospensione delle attività sportive, il conduttore ha diritto, limitatamente a n. 5 mensilità da marzo 2020 a luglio 2020, ad una corrispondente riduzione del canone locatizio che si presume pari al 50% del canone contrattualmente stabilito.

        Credito d’ imposta per canoni di locazione  

  • Viene riconosciuto, in relazione al canone di locazione, di leasing di concessione di immobili ad uso non abitativo destinati allo svolgimento dell’attività istituzionale, un credito di imposta nella misura del 60% delle spese sostenute nel 2020 per un massimo di 60.000 euro. 
  • Il beneficio è commisurato all’importo versato nel periodo d’imposta dei mesi di marzo, aprile e maggio 2020.
  • Il credito è destinato alla sanificazione degli ambienti e degli strumenti utilizzati e all’acquisto di dispositivi di protezione individuale e di altri dispositivi atti a garantire la salute dei lavoratori e degli utenti. 
  • L’agevolazione è utilizzabile nella dichiarazione dei redditi oppure in compensazione successivamente all’avvenuto pagamento dei canoni.

Cessione dei crediti d’imposta

  • Fino al 31 dicembre 202 ii beneficiari di alcuni crediti d’imposta possono optare per la cessione, anche parziale, ad altri soggetti, inclusi istituti di credito ed intermediari.

Voucher

  • A seguito della sospensione dell’attività sportiva, e della conseguente impossibilità dell’accesso ai servizi sportivi richiesti, il gestore dell’impianto sportivo, entro 30 giorni dalla presentazione di apposita  richiesta da parte dei soggetti acquirenti, può rilasciare, in alternativa al rimborso del corrispettivo per i servizi non goduti, un voucherdi pari valore incondizionatamente utilizzabile  presso la stessa struttura entro un anno dalla cessazione delle misure di sospensione dell’attività sportiva.

Riduzione oneri bollette elettriche  

  • Prevista la riduzione della spesa sostenuta dalle utenze elettriche, per diminuzione dii attività, con riferimento alle voci identificate in bolletta come “trasporto e gestione del contatore” e “oneri generali di sistema “, per i mesi di maggio, giugno e luglio 2020, nel limite massimo di 600 milioni di euro per il 2020.

Centri estivi e contrasto alla povertà educativa 

  • Viene incrementata di 150 milioni di euro, per il 2020, la dotazione del Fondo per le politiche della famiglia. Tali risorse sono destinate ai Comuni per finanziare iniziative, anche in collaborazione con enti pubblici e privati, per il potenziamento di centri estivi diurni, servizi socioeducativi territoriali e centri con funzione educativa e ricreativa per le attività di bambini e bambine, di età compresa tra i 3 e i 14, anni per il periodo giugno-settembre 2020.

Sport e Salute ha predisposto una prima sintesi delle misure previste che trovate in allegato e scaricabile sul sito www.sportesalute.eu

  1. Istituto per il Credito Sportivo (ICS) – Misure straordinarie per emergenza Coronavirus – Covid 19: Sospensione rate e mutui liquidità
  • L’ICS, al fine di sostenere  le attività imprenditoriali danneggiate dall’epidemia di COVID 19, ai sensi del DL n.18/2020 procederà su esplicita richiesta dei propri mutuatari alla sospensione del pagamento delle rate in scadenza da marzo a settembre 2020.
  • Con l’emanazione del DL 8 aprile 2020 n.23, che stabilisce la concessione di finanziamenti destinati a far fronte alle esigenze di liquidità correlate all’emergenza COVID-19 e del Decreto del Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport, con il quale vengono definiti i criteri per l’accesso al Comparto Liquidità del Fondo di Garanzia gestito da ICS, la banca dello sport, ha previsto la misura straordinaria denominata “Mutuo Light liquidità”, i cui beneficiari sono le ASD, SSD iscritte al Registro CONI e regolarmente affiliate da almeno un anno alla FGI. Con l’obiettivo di migliorare il supporto informativo alle ASD e SSD, in merito ai mutui liquidità, oltre ai contenuti del sito ICS: https://www.creditosportivo.it/covid19.html, a partire dal video, al numero verde e a quanto già divulgato sui canali di comunicazione ICS, si vuole condividere anche il testo allegato, che riepiloga la documentazione richiesta e l’iter da seguire per arrivare alla fine del percorso. In caso di specifiche esigenze e/o problematiche da segnalare, è a disposizione, l’Ufficio Comunicazione Istituzionale ICS (06.32498484/485 - comunicazioneistituzionale@creditosportivo.it).

Le Linee Guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere

  • Le Linee Guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere il cui inizio è previsto per il 25 maggio 2020, sono state emanate dall’Ufficio Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri http://www.sport.governo.it/, ai sensi del DPCM del 17 maggio 2020, art. 1 comma 1 lett. lett. f). La FGI, ai sensi della lett. g) comma 1, art. 1 del DPCM del 17 maggio 2020, ha recepito tali linee guida nel suo protocollo, che è stato trasmesso alle proprie affiliate e pubblicato sul sito web FGI in data 23 maggio 2020. Le affiliate poi, a fronte del protocollo FGI, dovranno redigere propri protocolli di dettaglio.