Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Dopo il viaggio in Australia, con Vanessa Ferrari e Lara Mori impegnate nella World Cup di specialità, la Sezione di Artistica femminile volta lo sguardo dall’altra parte del Globo, puntando gli Stati Uniti d’America, dove dal 4 all’8 marzo andrà in scena la prima tappa della World Cup All Around Series. Sarà Milwaukee ad ospitare la manifestazione, che, a differenza di quella per attrezzo, vedrà in gara le migliori generaliste. Alla fine del mini torneo articolato su quattro giornate – dopo quella in Wisconsin seguiranno Stoccarda (21-22 marzo), Birmingham (28 marzo) e Tokyo (4-5 aprile) – le prime tre nazioni della classifica speciale staccheranno tre pass per i Giochi Olimpici. Si tratta di ammissioni Paese, non nominative e per questa ragione molti ruoteranno, sulle quattro sedi, le migliori atlete a disposizione, utilizzando anche quelle già qualificate in squadra ai Mondiali del 2019. Tanto per essere chiari è già annunciata la presenza di Simone Biles nella gara in Giappone, nel primo week end di aprile. Con lo stesso criterio il DTN Enrico Casella ha scelto la brixiana Giorgia Villa per l’esordio azzurro in America. I due partiranno mercoledì prossimo da Malpensa, insieme al giudice Maria Cocuzza, che svolgerà anche le funzioni di Capo Delegazione, e al fisioterapista Vincenzo Lancini. Sulle pedane del Fiserv Forum rivedremo dunque in azione la stella di Ponte San Pietro, chiamata ad iniziare, da sorteggio, sulla rincorsa dei 25 metri del volteggio stelle e strisce. Per quanto riguarda l’emergenza Covid-19 gli Stati Uniti hanno inserito l’Italia nella cosiddetta «fascia due» (su quattro) della loro allerta sanitaria. Dunque, si può viaggiare ma bisogna osservare precauzioni. Trump ha parlato di possibili restrizioni ai voli con l’Italia, ma al momento non sono state attuate. Semaforo verde quindi e speriamo che si torni presto a parlare di sport. L’Artistica femminile italiana, in attesa dell’epilogo della sfida tra Mori e Ferrari tra le tappe di Baku (14-15 marzo) e Doha (20-21 marzo), è in corsa per conquistare tutti e sei i posti disponibili per Tokyo 2020. Quattro sono già sicuri grazie al piazzamento della squadra nella rassegna iridata di Stoccarda dello scorso ottobre, un pass dovrebbe arrivare quasi sicuramente al corpo libero, l’ultimo invece, il più difficile, è in palio nel torneo sul giro completo, con una concorrenza micidiale. Lo stesso vale per la maschile. La FGI, che potrà contare questa estate su Marco Lodadio e Ludovico Edalli, ha scelto di non partecipare alla Coppa All Around, lasciandosi una piccola chance nell’Europeo di Baku (27-31 maggio). A Milwaukee vedremo però in azione quasi il gotha della ginnastica planetaria, a cominciare dal campione del Mondo Nikita Nagornyy e dal bronzo Oleg Verniaiev, con il padrone di casa Sam Mikulak pronto ad approfittare del turno casalingo. La competizione, divisa in due sessioni, sarà trasmessa in diretta e in esclusiva sul canale YouTube della FGI a partire dalle 18.15 di sabato prossimo.