Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Dopo i magnifici successi dell’Artistica maschile e femminile al 50° Campionato Mondiale di Kitakyushu, in Giappone, con Nicola Bartolini che si è laureato campione iridato al corpo libero e le splendide medaglie di Asia D’Amato (argento al volteggio), Marco Lodadio e Salvatore Maresca (rispettivamente argento e bronzo agli anelli), altri interpreti azzurri dei grandi attrezzi sono pronti ad affrontare nuove sfide in giro per l’Europa. La prossima settimana, infatti, sono in programma due classici tornei internazionali, entrambi in Svizzera. La 38ᵃ edizione del Memorial Arthur Gander, a Morges, andrà in scena mercoledì 3 novembre, mentre la Swiss Cup di Zurigo si svolgerà domenica 7 novembre.

L’agente delle Fiamme Oro della Polizia di Stato, Giorgia Villa, si cimenterà sia nella prima che nella seconda competizione, per mettere benzina nelle gambe dopo l’infortunio di inizio luglio che le era costato la partecipazione ai Giochi Olimpici di Tokyo e alla rassegna iridata appena conclusa. La campionessa italiana assoluta in carica sarà accompagnata in gara dal Direttore Tecnico Nazionale della sezione femminile, Enrico Casella. Insieme alla protagonista dello storico bronzo mondiale della squadra a Stoccarda 2019, parteciperà al Memorial Arthur Gander anche il suo collega della maschile Lorenzo Casali della Giovanile Ancona, con al suo fianco il tecnico federale Marco Fortuna.

Da Morges a Zurigo, poi, ci sono poco più di 200 km da percorrere per cambiare campo gara e cimentarsi nella Swiss Cup 2021. Villa e Casella, per l’occasione, saranno raggiunti da un altro ginnasta della sezione maschile, Stefano Patron della Spes Mestre, accompagnato in gara dal suo allenatore Gianmatteo Centazzo, di ritorno proprio da Kitakyushu dove ha composto la grande squadra dei tecnici azzurri che, certamente, ha aiutato – eccome – i ginnasti a centrare le meritate medaglie iridate. La prima delegazione italiana partirà alla volta della Svizzera lunedì 1° novembre, mentre il secondo gruppo raggiungerà la città elvetica, sede dalla Zurigo Swiss Cup, giovedì 4 novembre.

CIRCOLARE DI CONVOCAZIONE