Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Nel weekend appena trascorso i giovani ginnasti dell’Artistica maschile sono stati impegnati nel 34° Incontro Internazionale “EG Wohnen Juniors Trophy”, in scena a Cottbus, in Germania. Tre le categorie in gara, che hanno visto protagonisti sei azzurrini, convocati dal Direttore Tecnico Nazionale Giuseppe Cocciaro: nella JTI Ludovico Pinotti (2004) della Panaro Modena allenato da Massimo Auletta e Lorenzo Tomei (2005) della Gymnastic Romagna Team seguito da Roberto Germani; nella JTII Diego Vazzola della Pro Carate e Manuel Berettera dell’Artistica Brescia, entrambi del 2006, seguiti dai tecnici personali Corrado Corti e Pietro Bani; infine nella JTIII i due ginnasti del 2008 Ivan Rigon della Corpo Libero Gymnastics Team, allenato da Nicola Ceccarello, e Riccardo Ruggeri della Victoria Fermo, seguito da Oscar Stabile. In gara con i ragazzi Nicola Costa e Roberto Germani, nella delegazione completata dall’ufficiale di gara e capo spedizione Carlo Nobili.

Alla Sports center Lausitzarena, impianto dove viene disputa anche la Coppa del Mondo, il Torneo Internazionale è stato organizzato dalla società locale Sc Cottbus Turner e.v. e ha visto disputarsi tre concorsi: l’all around per ciascuna categoria, le finali di specialità (i primi sei per ogni categoria) e la classifica a squadre, ricavata dalla somma dei due migliori concorsi generali per ogni categoria (solo tre nazioni avevano la squadra completa per competere nel concorso a squadre: Gran Bretagna, Germania, Italia). Presenti più di 10 federazioni e altrettanti club partecipanti, per un totale di più di 150 atleti in gara provenienti da tutta Europa.

Positivo il bilancio della spedizione dei baby azzurri, che hanno conquistato la medaglia d’argento come Team Italia oltre a tre ori, tre argenti e quattro bronzi tra tutte le categorie e i concorsi. Nel dettaglio, i metalli sono arrivati dalle finali di specialità, che hanno visto protagonisti i ginnasti italiani: 1° e 3° piazzamento agli anelli per Pinotti e Tomei, i più esperti del gruppo; nella JTII Berettera conquista l’oro alla sbarra, l’argento al corpo libero e il bronzo agli anelli mentre Vazzola fa doppietta con la prima piazza alle parallele e il terzo gradino del podio alla sbarra; infine nella categoria dei più giovani Rigon – impegnato in cinque finali su sei – ottiene l’argento alle parallele e il bronzo alla sbarra mentre Ruggeri sale sulla piazza d’onore al corpo libero.

Al termine del Torneo Internazionale è arrivato il commento del DTN Giuseppe Cocciaro: “La gara di Cottbus rappresenta un nuovo inizio per la nazionale giovanile. Dopo i prestigiosi risultati ottenuti dalle due precedenti nazionali Junior stiamo provando a ricostruire un gruppo di alto livello. Certamente l’ultimo anno e mezzo non ha permesso una continuità di lavoro ottimale, specialmente per i giovani, ma questi ragazzi hanno voglia di fare e ce la stanno mettendo tutta per costruire un bagaglio tecnico competitivo. Sono piuttosto soddisfatto delle prestazioni dei ginnasti in Germania, molti di loro alla prima esperienza con la maglia azzurra, ma non devono accontentarsi perchè il livello delle compagini europee avversarie è davvero alto e il lavoro che li aspetta nel prossimo anno sarà davvero intenso”.

I complimenti arrivano anche dal Responsabile delle Squadre Nazionali Junior, Nicola Costa, che ha accompagnato in gara i ragazzi: “È stato bello poter tornare a gareggiare in una competizione internazionale; per via della pandemia era da novembre 2019 che la squadra giovanile non varcava i confini italiani. Questo incontro rappresenta una ripartenza e un primo step verso i campionati Europei e gli EYOF del 2023. In accordo con il DTN e con l’aiuto dei miei collaboratori (Paolo Quarto e Alessandro Zanardi) nel 2021 abbiamo viaggiato su tutto il territorio nazionale per riprendere i rapporti con le realtà regionali e selezionare i ginnasti in vista dei prossimi impegni. Stiamo cercando di ricreare un gruppo programmando il lavoro in modo mirato per fornire ai ginnasti selezionati un percorso che li possa far crescere al massimo nel poco tempo a disposizione. Sono davvero soddisfatto della trasferta tedesca – ha proseguito Costa - i ragazzi sono stati bravissimi e hanno dimostrato di avere carattere e il giusto approccio alla gara. Si sono migliorati giorno dopo giorno portando a casa ottimi risultati e prestazioni tecniche di rilievo, specialmente nelle finali di specialità. Abbiamo fatto un’ottima figura e il secondo piazzamento dietro ad una Gran Bretagna a livelli impressionanti lo dimostra. La squadra nazionale junior continuerà il suo lavoro insieme da domenica 3 ottobre a Milano, dove sarà impegnata in raduno collegiale insieme alla rappresentativa svizzera e il 6 novembre a Rotterdam per il classico quadrangolare con Svizzera, Belgio e Olanda. Un grazie davvero speciale va ai tecnici personali dei ginnasti convocati per Cottbus che hanno seguito perfettamente le mie indicazioni nella fase di preparazione e hanno svolto un lavoro impeccabile: questo sì che significa lavorare in team!”.

CLASSIFICHE