Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Non poteva concludersi meglio per la Ritmica italiana la quarta edizione dei Campionati del Mediterraneo junior, in scena a Cagliari dal 25 al 28 settembre. Le azzurre dei piccoli attrezzi, Sofia Raffaeli e Sara Rocca, hanno fatto eco alle 9 medaglie conquistate dai baby dell'Artistica nella giornata di oggi e hanno arricchito il proprio bottino personale dopo l'oro nella Team Competition di ieri. La ginnasta della Faber Fabriano, allenata da Julieta Cantaluppi, ha lasciato nuovamente tutti senza parole – comprese le giudici chiamate a valutarla, tra le quale le italiane Alexia Agnani e Maria Isabella Zunino Reggio – perché il 20.700 ottenuto alla palla è davvero un risultato degno di una senior. Impensabile che il talento classe 2004 non vincesse la medaglia d'oro, a distanza siderale dalle rivali del Mediterraneo. Sofi, come tutti la chiamano, non si è smentita nella seconda finale al nastro, ancora d'oro con 19.500 a ben cinque punti dalla seconda classificata.

L'altra azzurra della Raffaello Motto, accompagnata a Cagliari dalla sua allenatrice Francesca Cupisti, si è invece giocata le finali di specialità alla fune e alle clavette (ciascuna ginnasta è stata impegnata soltanto in due attrezzi su quattro). La fune della classe 2005 ha strappato il metallo più pregiato con il totale di 18.650 e ha messo in cascina un'ulteriore medaglia di bronzo alle clavette (peccato per una perdita) con 17.950 punti. La Ritmica ha chiuso con il botto la sua esperienza al Comegym, riportando a casa 5 storiche medaglie (quattro ori e un bronzo) alla prima partecipazione in assoluto della sezione dei piccoli attrezzi ai Campionati del Mediterraneo junior. Il buongiorno si vede dal mattino per le azzurrine!

Dalla nostra inviata Giorgia Baldinacci

Photo credit - Salvatore Sedda/FGI

RISULTATI

Finali di Specialità