Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo



Dovrà ancora aspettare Andrea Raducan per riparare allo smacco di Sydney; dovrà aspettare la giovane e talentuosa Van Der Leur, qui a Ghent sostenuta da una moltitudine di tifosi giunti dalla vicina Olanda. La regina non ha ancora abdicato. Alla soglia dei 23 anni Svetlana Khorkina è di nuovo camponessa iridata dopo il titolo di Losanna nel 1997.
Passano gli anni e cambiano i codici, ma nulla sembra poter scalfire la sicurezza e la grazia della stella di Belgorod. Una ginnasta atipica, alta, con delle leve lunghissime che tracciano coordinate nell’aria cesellando figure armoniche e precise.
Ha resistito all’attacco delle specialiste rumene Raducan e Cojocar alla trave; le ha poi distanziate alla seconda rotazione, quella delle parallele asimmetriche.
Questo è il regno di Svetlana, campionessa olimpica e mondiale da molte edizioni. Ma la vittoria la russa se l’è guadagnata alla trave, l’attrezzo a lei più ostico. Qui lei partiva da 9.600 contro le note di 9.990 che potevano vantare le rumene.
Eppure oggi nulla poteva guastare una vittoria che era nell’aria dopo il primo posto nelle qualificazioni del primo giorno.
Passata indenne alla trave, Svetlana si concedeva alla passerella del corpo libero con un’esercizio classico. Lo Thsukara con doppio avvitamento di chiusura poteva cosi raccgliere l’ovazione del Flanders Arena, mentre la Raducan usciva di pedana penalizzata di uno 0.20.
Per lei terzo posto finale alle spalle dell’altra russa Ziganshiva, ma la vera sorpresa stasera si chiama Daniele Hipolito, viene dal Brasile e ha mancato il podio per appena 44 millesimi. Un risultato comunque storico per un paese che sta crescendo enormemente in questo sport.

Fabio Bicchielli

Classifiche :
1) S.Khorkina pt. 37.617;
2) N.Ziganshiva 37.305;
3) A.Raducan 36.949.

Programma di domani:
Finali di specialità- Uomini: corpo libero, cavallo con maniglie e anelli
Donne: volteggio e parall. Asimmetriche

In gara gli italiani Alberto Busnari al cavallo e Andrea Coppolino agli anelli

Link

http://www.fig-gymnastics.com/public/index_EVENTS%20&%20RESULTS.html