Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo



Ghent (BEL) -« Si tratta di un grande successo per la ginnastica italiana » . Non nasconde la sua soddisfazione nella giornata di chiusura di questi 35¨mondiali Jury Chechi, presente a Ghent nella doppia veste di vicepresidente della federazione italiana e presidente della commissione atleti del Coni.« La medaglia di Coppolino poteva non essere la sola. Il quinto posto di Alberto (Busnari ndr.) al cavallo con maniglie a solo un decimo dal podio e il quarto di Cassina in una finale di altissimo valore tecnico, stanno a significare che la ginnastica italiana sta lavorando bene anche in prospettiva del mondiale qualificante tra due anni. ». « Non ho chiuso bene la verticale dopo l’ultimo Kovacs, e poi quel passettino alla fine. Sono stati I due decimi che avrebbero potuto avvicinarmi al podio ». Cassina e’ sereno nello spiegare com’è andata. Prima di lui l 'ucraino Beresch era stato protagonista di uno splendido esercizio dalle linee elegenti con verticali precise ed un’uscita ben chiusa. Troppo distante dall’azzurro. Il resto lo hanno fatto l’ottimo australiano Rizzo e la sorpresa Maras, il greco giunto primo con due note dei giudici lettone e sloveno forse troppo alte. Doppia affermazione per la romena Andrea Raducan, che nella giornata di ieri aveva dovuto cedere il passo ad una straordinaria Svetlana Khorkina. Sue le due finali alla trave e al corpo libero, in quest’ultimo caso davanti alla vera sorpresa in campo femminile di questi mondiali, la brasiliana Hypolito, che fa il paio con le belle affermazioni dei cubani Lopez e Tamayo. Un successo che viene da lontano, da tecnici e allenatori ucraini trasferitisi al più mite clima del tropico, ma anche la dimostrazione che I confini di questo sport vanno allargandosi al di fuori dai soliti confini conosciuti.

Fabio Bicchiellli

Classifica :
Uomini :
Volteggio :
1) M.Dragulescu (ROM) 9.668 ;
2) E.Sapronenko (LAT) 9.643 ;
3) C.Tamayo (CUB) 9.624.
Parallele :
1 S.Townsed (USA) 9.700 ;
2) E.Lopez (CUB) 9.675 ;
3) I.Ivankov (RUS) 9.637.
Sbarra :
1) V/Maras (GRE) 9.737 ;
2) O.Beresch (UKR) e P.Rizzo (AUS) 9.725 ;
4) I.Cassina (ITA) 9.550
Donne :
Trave :
1) A.Raducan (ROM) 9.662 ;
2) L.Ejova (RUS) 9.650 ;
3) S.Cojocar (ROM) 9.475.
Corpo Libero :
1) A.Raducan (ROM) 9.550 ;
2) D.Hipolito (BRA) 9.487 ;
3) S.Khorkina (RUS) 9.375

Link

http://www.fig-gymnastics.com/public/index_EVENTS%20&%20RESULTS.html