Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

GINNASTICA RITMICA: ITALIA-RUSSIA DOMANI A GENOVA CON L'ESIBIZIONE DI CASSINA
Le "libellule d'argento" di Atene 2004 lanciano ufficialmente la sfida alle "maestre" russe. Domani alle 17.30 al Palamazda di Genova assisteremo al prologo del duello che tra meno di un mese a Baku (AZE) dal 3 al 9 ottobre, caratterizzerà i 27^ campionati del mondo di ritmica.
Il programma della serata sarà infatti incentrato sulle due prove previste anche ai mondiali, 5 nastri e 3cerchi/2clavette. L'allenatrice azzurra Emanuela Maccarani ha portato con sé 7 ginnaste (Elisa Blanchi, Fabrizia D'Ottavio, Marinella Falca, Daniela Masseroni, Elisa Santoni, Laura Vernizzi e Francesca Pasinetti) con l'intenzione di utilizzare Falca per il solo esercizio ai nastri, Masseroni per i cerchi e clavette e Pasinetti riserva. Si tratta della stessa squadra di Atene, squadra che questo anno è già salita sul podio in coppa del mondo (3 bronzi e un argento).
Convocate dalla d.t. Marina Piazza per la gara individuale Paola Bianchetti (Brixia Brescia), Julieta Cantaluppi (Fabriano), Romina Laurito (Virtus Gallarate) e Beatrice Zancanaro (Ardor Padova), ma la notizia che solleticherà appassionati e addetti ai lavori è il ritorno in pedana di Alina Kabaeva. Nel corso della manifestazione il campione olimpico Igor Cassina si esibirà alla sbarra. www.ginnasticastellare.com

GINNASTICA RITMICA: KABAEVA A GENOVA PENSANDO A BAKU
La russa Alina Kabaeva, campionessa del mondo e olimpica, potrebbe tornare alle gare a pochi mesi dall'annuncio del ritiro. La sua presenza alla serata genovese servirebbe a valutarne la condizione in previsione di una probabile quanto clamorosa partecipazione ai prossimi mondiali di Baku. Alina in questi mesi, dopo essere stata tentata dalla politica, sembra aver raccolto le preoccupazioni della sua federazione per come sono andate le cose alle Universiadi estive. A Izmir l'attuale numero uno russa Irina Tchachina ha offerto una prova piuttosto scialba e senza gli opportuni accorgimenti a Baku la corazzata Russa potrebbe incagliarsi dopo anni di navigazione sicura e senza ostacoli.