Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

In considerazione dell'evoluzione pandemica e su indicazione della Commissione Medica Federale si informa che, a partire dal prossimo mese di aprile e fino al termine del mese di maggio, per consentire l'accesso delle delegazioni partecipanti alle rispettive competizioni e dei componenti della Giuria agli impianti di gara sarà richiesto di consegnare, oltre alla già prevista documentazione precedentemente comunicata, un certificato con esito negativo al tampone rapido Covid 19 effettuato nelle 24 ore precedenti al primo ingresso all'impianto di gara. Qualora non fosse possibile procedere come sopra indicato l'effettuazione del test non potrà in ogni caso essere oltre le 48 ore precedenti il primo ingresso nell'impianto. Tale obbligatorietà è prevista per le gare Interregionali (Zona Tecnica) e Nazionali e si ribadisce per l'intero periodo aprile/maggio. Agli Organi Territoriali Federali è riconosciuta, in occasione delle gare regionali di loro competenza, la facoltà di decidere in modo autonomo sulla necessità della presentazione di uguale certificazione tenendo conto della situazione epidemiologica sul rispettivo territorio di giurisdizione. Agli Ufficiali ed ai Segretari di Gara convocati per le competizioni Interregionali (Zona Tecnica) e Nazionali la F.G.I. riconoscerà, a fronte delle spese sostenute per il test richiesto e successivamente alla presentazione del giustificativo in originale, un rimborso massimo di€ 30,00 per ogni test effettuato. Si raccomanda agli Organi Territoriali di riservare lo stesso trattamento agli Ufficiali e Segretari di Gara impegnati nelle gare regionali.