Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Cerca una società

Cerca la società per denominazione, regione o provincia

Associazione Polisportiva Dilettantistica Vigna Pia

Codice d'affiliazione001021

Comitato10 - C.R. LAZIO

SedeVIA FILIPPO TAJANI 50, 00149, Roma(RM)

Telefono065570950

PEC001021@pec.federginnastica.it

WEBwww.vignapia.com

ImpiantoCentro Polisportivo Vigna Pia

Sede ImpiantoVIA FILIPPO TAJANI , 50, 00149

Settori Artistica Femminile Artistica Maschile

Data prima affiliazione1987-09-04

Descrizione Chi siamo
un po’ di storia della nostra presenza a Roma
La Congregazione dei Padri e dei Fratelli della S. Famiglia giunge a Roma nel 1922 chiamata da papa Benedetto XV.
Il Papa aveva bisogno di una Congregazione religiosa per affidarle la proprietà agricola denominata Vigna Pia, aiutando e sostenendo i ragazzi dell’agro romano nell’attività agricola.
Quando seppe che in terra bergamasca c’era una Congregazione religiosa che si dedicava proprio a questo specifico settore, Benedetto XV interpellò P. Angelo Orisio, Superiore generale del tempo, stilando una apposita Convenzione.

Cenni biografici della Fondatrice della Congregazione dei Padri e dei Fratelli della S. Famiglia
Paola Elisabetta (Costanza) Cerioli nacque a Soncino (Cr) il 28 gennaio 1816 dalla famiglia dei nobili Cerioli, ricchi proprietari terrieri.
Molto presto apprese la severa lezione della sofferenza: quella fisica nel suo corpo gracile e malaticcio; quella morale, nella miseria, allora assai diffusa anche tra la gente della sua campagna soncinese, verso la quale la madre, con provvida sapienza cristiana, la rese subito attenta.
La volontà dei genitori la portò a 19 anni al matrimonio con Gaetano Busecchi, vedovo di 58 anni, erede dei conti Tassis di Comonte dì Seriale (Bg).
Nel difficile matrimonio gli fu sposa docile e premurosa; fu rallegrata da quattro maternità, ma l’ora della gioia fu rapidissima perché tre figli morirono appena nati e il figlio Carlino a 16 anni.
A trent’otto anni rimase vedova, unica erede di un ingente patrimonio e matura, nella sua limpida fede e nel suo forte animo, per una dedizione senza riserve a Dio nel servizio dei piccoli e dei poveri.
Nel 1857 fondò l’Istituto delle Suore della S. Famiglia e nel 1863 la Congregazione dei Padri e dei Fratelli della S. Famiglia per l’aiuto materiale e l’elevazione morale e religiosa della classe contadina, la più emarginata del tempo. Avverava anche le parole del figlio Carlino che sul letto di morte le prediceva tanti altri figli e figlie da mantenere al suo posto.
Scelta la Santa Famiglia di Nazaret come modello, aiuto e conforto, volle che le sue Case religiose fossero delle accoglienti famiglie cristiane dall’ amore operoso, dalla fraternità serena, dalla fede forte, semplice e fiduciosa.
Lieta dì essersi fatta povera con i poveri, morì il 24 dicembre 1865.
Fu proclamata Beata da papa Pio XII il 19 marzo 1950 e da papa Giovanni Paolo II è stata proclamata Santa il 16 maggio 2004.

Un po’ di storia del Vigna Pia
L’attività agricola del Vigna Pia durò fino all’inizio degli anni ‘60, quando l’urbanizzazione cominciò a prendere il soppravvento e l’Ente proprietario del terreno decise di vendere la maggior parte della terra.
Venuto gradulamente meno l’impegno agricolo, anche per la legislazione nazionale, il Vigna Pia si trasformò dapprina in Collegio, poi in semiconvitto e negli anni ‘70 si cominciò a pensare come continuare la nostra opera educativa.
Pian piano si cominciò a trasformare gli spazi in attrezzature sportive, a costituirsi in Associazione per il miglioramento morale e fisico della gioventù, con finalità formativo-educative, ricreative, agonistiche.
Volendo inoltre facilitare i rapporti sociali, l’occupazione del tempo libero dei suoi associati, ha promosso in distinte sezioni sportive la pratica del tennis, pallacanestro, pallavolo, ginnastica, calcio nel rispetto dei regolamenti delle rispettive Federazioni sportive aderenti al CONI e degli Enti di promozione o di propaganda sportiva.
Oggi il Vigna Pia si presenta al territorio e alla Città come una Associazione Polisportiva Dilettantistica di tutto rispetto, con ampie e rinnovate strutture, inserite nel verde di un paesaggio tra i più suggestivi di Roma.





L'A.P.C. VIGNA PIA (Associazione Polisportiva & Culturale) nasce ufficialmente con atto notarile il 10 febbraio 1989, (anche se aveva iniziato gradualmente la sua attività già dal 1977) per volontà di cittadini i quali condividono una visione cristiana della vita, integrano in comune le loro personalità con finalità di promuovere le attività sportive dilettantistiche, educative, ricreative, agonistiche.

L'Associazione ha per scopo, attraverso l'attività sportiva dilettantistica, il miglioramento morale e fisico della gioventù, con finalità formative, educative, ricreative, agonistiche, e volendo facilitare i rapporti sociali, l'occupazione del tempo libero degli associati, promuove in distinte sezioni sportive la pratica del: tennis, pallacanestro, ginnastica, pallavolo, calcio e qualsiasi altra attività sportiva, nel rispetto e con l'osservanza delle direttive del CONI, nonché degli statuti e dei regolamenti delle Federazioni sportive nazionali o dell'Ente di promozione sportiva cui l'Associazione stessa intenderà affiliarsi.

Nello svolgimento delle singole attività sportive dilettantistiche l'Associazione cura l'attività didattica per l'avvio, l'aggiornamento, il perfezionamento e l'agonismo nelle singole attività sportive promosse.

L'Associazione non ha scopo di lucro, è apolitica, non intende avere per oggetto esclusivo o principale l'esercizio di attività commerciale ed intende essere retta e regolata, oltre che dal codice civile, dalle disposizioni di cui alla legge 16 dicembre 1991 N. 398 e successive modifiche ed integrazioni, nonché dall'ari. 11-bis del D.P.R. 22 dicembre 1986, n.917.

I colori sociali sono il rosso e il blu.
Il 31-12-2003, per l'adeguamento alle legislazione corrente, con atto notarile cambia il nome in A.P.D. VIGNA PIA-Associazione Polisportiva Dilettantistica Vigna Pia, scorporando l'intero settore delle attività culturali e sociali, per la quali si è creata una nuova Associazione: A.C.S. VIGNA PIA-Associazione Culturale e Sociale Vigna Pia.