Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Seconda e ultima giornata di allenamenti pre-gara. Domani inizierà ufficialmente la 25ª World Age Group Competition nell’Arena Armeec di Sofia. I ginnasti di 43 Nazioni, ieri e oggi, si sono esercitati e hanno preso confidenza con i trampolini del palazzetto bulgaro per offrire, al pubblico presente, uno spettacolo degno di un così importante evento internazionale. Nella prima sessione di questa mattina - dalle 13:30 alle 14:15 - Isabella Murgo, Nicolò Giovannoni, Samuele Patisso Colonna (Milano 2000), Giorgia Giampieri (ASDG Chiaravalle) e Marco Lavino (ASDG Brindisi) si sono preparati su salti singoli e su brevi combinazioni al fine di migliorare l’esecuzione, con l’obiettivo di tirare buoni esercizi nella seconda seduta della sera (dalle 19:30 alle 20:30). In questa fase si sono ritrovati nella Training Hall, la stessa dove ieri hanno sofferto un po’ l’emozione del grande evento. La loro reazione, però, è stata positiva. Hanno completato entrambe le routine nonostante un po’ di tensione non abbia permesso loro di esprimere tutto il potenziale. “Le loro sensazioni sono buone – ci fa sapere Luigi Meda, il tecnico della Milano 2000 che li seguirà in gara –. Dopo questa seduta di allenamento sono più consapevoli di poter fare una buona prestazione e ben figurare. Nel syncro sono andati molto bene sia oggi che ieri, non ci resta che incrociare le dita e, ovviamente, tifare Italia!” Domani, alle 9:30 (ora locale), comincerà la cerimonia di apertura. La sfilata delle bandiere decreterà l’inizio della manifestazione. La prima ginnasta a difendere i colori azzurri sarà Giorgia Giampieri nella categoria individuale femminile 11-12 anni. La stellina della Ginnastica Chiaravalle, in base all'ordine di partenza, salirà sul trampolino per terza (nel secondo gruppo su cinque in gara) alle spalle delle olandesi Valerie Bosschart e Eline Westhuis.

Dal nostro inviato Federico Calabrò