Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Le finali della World Challenge Cup di Guadalajara hanno regalato emozioni uniche. I 5 cerchi delle Farfalle azzurre si tingono d’oro. Con 21.500 punti Maurelli e compagne impongono la loro supremazia sulle altre formazioni impegnate nella gara spagnola. Piazza d’onore in questa specialità per la Bulgaria (20.150). Bronzo per la Bielorussia (17.800). La Russia, invece, con 17.700 fa da capolista agli altri tre team: Polonia (17.550), Stati Uniti (16.750) e Azerbaijan (15.000). Con le 3 palle e 2 funi, invece, la squadra nazionale allenata da Emanuela Maccarani e dallo staff dell’Accademia di Desio conquista la medaglia d’argento con 19.800 punti. Trionfa in questo attrezzo la Bulgaria con 21.700 punti. Terzo posto per la squadra azera, a quota 17.350. Dalla quarta all’ottava posizione troviamo: Ucraina (16.750), Svizzera (15.000), Spagna (14.500), Russia (13.200) e Bielorussia (10.000). Risultato storico per l’individualista Milena Baldassarri. Dopo il quarto posto nell’all around di ieri e la qualifica in tutte e quattro le finali vince l’argento con la palla (18.400) e il bronzo con le clavette (18.500). In queste specialità trionfano l’israeliana Linoy Ashram (19.250) e la russa Arina Averina (19.150). Negli altri due esercizi la stella della Fabriano, allenata da Julieta Cantaluppi e Kristina Ghiurova, termina in quinta posizione. Al cerchio prende 18.300 mentre al nastro 17.450. Alexandra Agiurgiuculese, invece, salita oggi in pedana con palla, clavette e nastro conclude le prime due gare rispettivamente in 5ª posizione (PA 17.150 – CV 17.950). Il talento dell’Udinese, seguito da Spela Dragas e Magda Pigano, si ritaglia anche l’8° posto con il nastro (16.650).