Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Quando non sbaglia, come accaduto purtroppo alla fune ieri, Sofia Raffaeli è la seconda migliore giovane ginnasta del mondo. Questo, a prescindere dalle finali di specialità di domani, è quanto emerge dalla due giorni di qualifiche appena conclusasi. Perché se i valori in campo sono quelli visti , a prescindere dall’alea dell’errore, la quindicenne marchigiana è stata superata solo e soltanto dalle atlete di casa. Alle clevette, sulle note di Money, il brano tratto dal musical Cabaret e interpretato da Alan Cumming, il talento della Faber Fabriano conquista un sontuoso 20.600 (D. 12.00 E. 8.600), il suo miglior parziale finora, piazzandosi alle spalle di Lala Kramarenko, leader provvisoria con 21.550. Cioè a meno di un punto dall’italiana! I Pinguini del Madacascar di Lorne Balfe, colonna sonora dello spin-off d'animazione Dreamworks, accompagnano la piccola farfalla azzurra al nastro, fino al 17.900 (D. 10.00 – E. 7.90) conclusivo. Davanti alla Raffaeli c’è la russa Dariia Sergaeva con 18.250. Al terzo posto, in entrambe le specialità odierne, troviamo l’israeliana Adi Asya Katz. In virtù dei punteggi odierni delle individualiste e in attesa della seconda routine dei gruppi, la FGI con 99 punti scavalca la Bielorussia, ferma a 93.250, tiene Israele a distanza di quasi 5 lunghezze a 94.200 e occupa momentaneamente la piazza d’onore della Team Competition. Tra pochi minuti sarà il turno di Serena Ottaviani, Siria Cella, Alexandra Naclerio, Giulia Segatori e Alessia Leone, che ha preso il posto di Vittoria Quoiani. Le nostre cinque stelline, bronzo agli Europei di categoria a Baku lo scorso maggio, sono al momento in lizza con Russia e Bielorussia per un gradino sul podio iridato. L’esercizio con i nastri, montato da Julieta Cantaluppi e Kristina Ghiurova su Welcome to Wonderland, la sinfonia della pièce di Broadway, sarà il quarto dei 17 previsti e vista l’alternanza con i gruppi impegnati ai cerchi, l’Italbaby salirà in pedana con il pettorale numero sette dopo la Mongolia e prima dell’Uzbekistan.  

CLASSIFICA QUALIFICA CLAVETTE

CLASSIFICA QUALIFICA NASTRO