Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Mai parole potevano essere più profetiche. “Far from over”, il brano scritto da Frank Stallone, il fratello di Rocky, per la colonna sonora di Staying Alive, e scelto da Sofia Raffaeli per accompagnare la sua routine alla fune, significa “tutt'altro che finita”. E infatti l’errore sul penultimo rischio commesso dalla quattordicenne anconetana non le ha impedito di centrare la finale di specialità, malgrado il 15.900 (D. 8.700 – E. 7.200) e la settima piazza. Il talento della Faber Fabriano ha mancato l’infilata finale, quella che in gara riusciva soltanto alla sua allenatrice, Julieta Cantaluppi. “Peccato, l’ avevamo inserito da poco – racconta Julie -proprio per rendere ancora più interessante il suo programma. Vuol dire che lo farà bene domenica”. Nel giro successivo del gruppo C, la Raffaeli si è però subito riscattata, ottenendo alla palla un 19.600 (D. 11.300 – E. 8.300) secondo solo al personale della russa Lala Kramarenko, leader provvisoria con un 22 tondo. Sotto lo sguardo attento di étoile del recente passato come Yana Kudryavtseva e Margarita Mamun, l’individualista azzurra ha confermato quanto di buono si diceva di lei, danzando sulle note di “Amara terra mia”, il brano scritto da Modugno, nella versione di Ermal Meta. Hanno dunque sfilato nel pomeriggio le 61 individualiste iscritte ai concorsi dei primi due attrezzi, svelando, in parte, le forze in campo. A dominare sono sempre le ginnaste di casa, guidate a bordo pedana da Madam Viner, che non solo gioca su un terreno casalingo ma addirittura in un impianto a lei intitolato. Nella fune si è distinta Anastasia Simakova, brava a staccare di un paio di punti la bulgara Eva Brezalieva. Nella cerimonia di apertura il saluto del presidente FIG Morinari Watanabe ha reso ancora più solenne la manifestazione, entrata ufficialmente nel vivo. Tra poco entreranno in campo le squadrette, pronte a rendere lo spettacolo ancora più entusiasmante.

Dal nostro inviato David Ciaralli

CLASSIFICA QUALIFICHE FUNE

CLASSIFICA QUALIFICHE PALLA

CLASSIFICA PARZIALE TEAM COMPETITION