Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Le olimpiadi della Ginnastica per Tutti hanno riunito oltre 18mila partecipanti provenienti da 66 paesi del mondo. Il programma, del tutto non competitivo, ha previsto esibizioni di gruppo dove i colori, i sorrisi e l'allegria sono stati gli ingredienti principali. Ieri, alle 18.00 in punto, è stata proprio l'Italia a presentare la sua serata di emozioni dal titolo “Yesterday, today, tomorrow”. La delegazione italiana, guidata dalla Direttrice Tecnica nazionale Emiliana Polini, dal collaboratore Pietro Natalicchio e dai componenti dello staff FGI Catia Rosi, Elisabetta Boni, Laura Gagliardi, Massimo Monticelli e Luigi Di Tavi, e composta da circa trecento partecipanti in rappresentanza di: Ginnastica Alba, La Trottola, Ma.Mo.Ti., Le Maripose, Fuori Quota, Forza e Coraggio, Petrarca Arezzo, Virtus Pasqualetti, Virtus Reggio, Libertas Jesi, Panaro Modena, Kodokan, Gruppo Regionale Sardegna, ha rappresentato un viaggio lungo 150 anni, quelli che la Federazione Ginnastica d’Italia ha compiuto nel 2019. "È stato un vero e proprio trionfo - ha dichiarato la DTN di sezione - Abbiamo emozionato il pubblico che si è addirittura commosso. Alla fine dello spettacolo abbiamo ricevuto i complimenti anche dal Presidente della FIG Morinari Watanabe, che è sceso dalla tribuna autorità per abbracciarci e condividere con noi un momento così emozionante. Voglio ringraziare tutti, dai partecipanti allo staff che mi ha accompagnato qui a Dornbirn e tutti insieme vogliamo salutare il Team Manager Fabio Gaggioli, rimasto in Italia ma costantemente al nostro fianco". Oltre al numero uno della Federazione internazionale erano presenti anche il Segretario Generale Nicolas Buompane e il presidente del Comitato tecnico Gymnastics for All, Margaret Sikkens Ahlquist.

Foto ©Fabrizio Aversa (ufficio audiovisivi e multimediali dell'Università degli Studi di Roma Foro Italico)