Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

La caccia alle medaglie è ufficialmente aperta per gli azzurrini dell’Aerobica. Dopo l’argento nel singolo maschile ecco che ne arriva subito un altro: Davide Nacci trascina il suo Trio – in squadra con  Blasi e Sebastio – a quota 20.550 (D 2.850 – A 9.050 E 8.650) e al secondo gradino del podio continentale juniores, replicando l’argento che Anzalone, Pugliese e Giugno vinsero nell'edizione di Coimbra del 2005. Due decimi il distacco dalla Turchia, che grazie a Onbasi/Ersos/Sahin mette in bacheca il titolo detenuto  proprio dall’Italbaby due anni fa in Portogallo. Terza l’Ungheria (19.550), in vantaggio su Romania (19.200) e sulla seconda formazione azzurra in pedana con Cutini/Ferragina/Foresi (19.150). 

Dai nostri inviati P. L. Girlando e F. Calabrò / Foto: Matteo Zallocco-FGI