Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Domani faranno il loro esordio su una pedana europea. Sono sei ragazzine tra i quattordici e i quindici anni con un sogno nel cassetto, diventare Farfalle. Per la prima volta eseguiranno due esercizi, e non uno come si faceva fino all’edizione scorsa: 5 cerchi sulle note di un brano tratto dalla colonna sonora di Fantasia, il celebre film di animazione di Walt Disney: “Una notte sul Monte Calvo”, poema sinfonico di Modest Petrovič Musorgskij, ispirato da opere letterarie russe e leggende sulle streghe delle steppe siberiane, che divenne celebre grazie all’arrangiamento della versione di Rimskij-Korsakov fatto, a sua volta, dal compositore britannico Leopold Stokowsk per la scena dell’Apprendista Stregone, quella di Topolino che anima le scope. Un’atmosfera magica, impregnata, fin nello spartito, da una tradizione molto vicina alle terre caucasiche dove si svolge la competizione, al di là del fatto che quella musica abbia poi raggiunto il successo attraverso il cinema americano. Con i 5 nastri il tema non cambia. Simona Villella sostituisce Giulia Segatori, ma la base che accompagna le nostre piccole apprendiste campionesse resta incantata. “Welcome to Wonderland” è un pezzo tratto dal celebre musical di Broadway firmato dalla premiata ditta Frank Wildhorn e Jack Murphy. Il mood è sempre quello del viaggio fantastico e tale vuole essere l’esperienza di sei piccole donne che hanno tutta l’intenzione di trasformare l’impegno e mla fatica di questi anni in qualcosa di tangibile, magari una medaglia. Le tre 2004 – la bresciana Siria Cella e la genovese Giulia Segatori, entrambe dell’Auxilium Genova, con la romana Vittoria Quoiani, tesserata per l’Armonia d’Abruzzo – e le tre 2005 – la modenese Alexandra Naclerio (Club Giardino), la maceratese Serena Ottaviani (Faber Fabriano) e la lametina della Kines Simona Vilella – allenate da Kristina Ghiurova e Julieta Cantaluppi, cercarono di raccogliere il testimone delle dieci clavette di Budapest, il team junior del 2017 (composto da Francesca Pellegrini, Anna Paola Cantatore, Nina Corradini, Melissa Girelli, Talisa Torretti, Rebecca Vinti), che in Ungheria, due anni fa, ottenne il 4° posto nel concorso generale e l’argento di specialità. La competizione d’insieme giovanile, nei programmi UEG, prese il via a Minsk nel 2011, quando il gruppo impegnato allora con le 5 funi e composto da Maria Carmen Crescenzi, Chiara Di Battista, Alessia e Francesca Medoro, Alessia Russo e Valentina Savastio, giunse sesto nell’All-around e settimo nella finalina. Nel 2013 a Vienna, insieme a Cecilia Meriggiola, Aurora Peluzzi e Maria Vilucchi c’erano due delle attuali componenti della Squadra Maggiore, Martina Centofanti e Letizia Cicconcelli. In Austria l’Italbaby confermo il proprio ranking, la sesta piazza, con il 5° posto nella finale con i 5 cerchi. Chiusero seste anche le fanciulle della generazione seguente. Di nuovo a Mink, nel 2015, questa volta con le 5 palle, scesero in pedana altre future Farfalle, oggi agli ordini di Emanuela Maccarani all’Accademia Internazionale di Desio: Anna Basta, Agnese Duranti e Daniela Mogurean. Dietro il sesto posto nel completo e il quinto nella finale d’attrezzo c’erano anche Maria Lavinia Muccini e, udite udite, Milena Baldassarri, presente qui a Baku in qualità di individualista, medaglia d’argento iridata al nastro, campionessa assoluta e italiana con la sua Faber Fabriano. Niente male per il 2001 di Ravenna che in Bielorussia, appena un quadriennio addietro, a soli 14 anni, mai avrebbe immaginato una carriera così luminosa. Ora tocca alle sei nuove Butterfly Apprentice. Avranno 2 minuti e 30 secondi a routine per dimostrare il proprio valore e trasformare i propri sogni in realtà. Oggi hanno toccato il tappeto della Milli Gymnastics Arena per la prova podio, si sono date un pizzicotto ciascuna ed hanno visto che è tutto vero. Rispetto a chi le ha precedute dovranno fare gli straordinari. Doppio esercizio agli Europei in Azerbaijan e a Mosca, dal 19 al 21 luglio, un mondiale juniores tutto per loro. Sarà l’edizione d’esordio, una nuova manifestazione della FIG, un’occasione in più per mettersi in mostra. Per il resto basta un po’ di…Fantasia!

CAMPIONATI EUROPEI JUNIOR

• 2019 - BAKU (AZERBAIJAN) - 5 NASTRI / 5 CERCHI
Team Junior ( Siria CELLA, Giulia SEGATORI, Alexandra NACLERIO, Vittoria QUOIANI, Serena OTTAVIANI, Simona VILLELLA)

• 2017 – BUDAPEST (UNGHERIA) – 10 CLAVETTE
Team junior (Francesca PELLEGRINI, Anna Paola CANTATORE, Nina CORRADINI, Melissa GIRELLI, Talisa TORRETTI, Rebecca VINTI):
4° conc.gen.; 2° finale 10 clavette

• 2015 – MINSK (BIELORUSSIA) – 5 PALLE
Team Junior (BALDASSARRI Milena, BASTA Anna, DURANTI Agnese, MOGUREAN Daniela, MUCCINI Maria Lavinia):
6° conc.gen.; 5° finale 5 palle

• 2013 – VIENNA (AUSTRIA) – 5 CERCHI
Team Junior (CENTOFANTI Martina, CICCONCELLI Letizia, MERIGGIOLA Cecilia, PELUZZI Aurora, VILUCCHI Maria):
6° conc.gen.; 6° finale 5 cerchi.

• 2011 – MINSK (BIELORUSSIA) – 5 FUNI
Team Junior (CRESCENZI Maria Carmen, DI BATTISTA Chiara, MEDORO Alessia, MEDORO Francesca, RUSSO Alessia, SAVASTIO Valentina):
6° conc.gen.; 7° finale 5 funi.