Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Alice D’Amato vince la medaglia di bronzo alle parallele asimmetriche degli Europei di Stettino. Dopo il quarto posto nell’All around di ieri la sedicenne genovese della Brixia di Brescia si piazza alle spalle delle due russe, Anastasiia Iliankova, che succede alla belga Nina Derwael, oro a Glasgow nel 2018, e Angelina Melnikova, seconda a tre decimi dalla connazionale. La ginnasta azzurra, gemella di Asia, che prima di lei aveva ottenuto un’altra medaglia di legno al volteggio, malgrado due ottime esecuzioni, è riuscita ad imporsi grazie ad una routine impreziosita da uno Shaposhnikova collegato direttamente con il Tkachev, dal Ricna più Pak più Shaposhnikova 180° e dall’uscita in doppio raccolto avanti preceduta dalla cubitale con un giro. Per la Federazione Ginnastica d’Italia, che quest’anno festeggia il 150° di fondazione, si tratta della prima medaglia continentale alle parallele asimmetriche. A livello junior salì sul podio della specialità solo Monica Bergamelli - che oggi allena la D’Amato, insieme a Marco Campodonico e il resto dello staff brixiano, all’Accademia Internazionale di Brescia - nell’edizione di San Pietroburgo del 1998. Un piazzamento UEG mancava nella femminile dall’oro al corpo libero di Vanessa Ferrari a Sofia 2014. Per la Sezione è la 12esima affermazione individuale. “Sono molto contento per Alice – ha dichiarato il Direttore Tecnico GAF Enrico Casella -  perché finora era stata frenata da una serie di infortuni rimediati nel doppio avvitamento al volteggio, il crociato prima e poi il malleolo, che avrebbero scoraggiato chiunque. Ma sul suo valore c’erano pochi dubbi e lo ha dimostrato proprio nel doppio di ieri sulla rincorsa dei 25 metri. Spero che questo risultato le restituisca fiducia nei suoi mezzi, che sono davvero importanti. Anzi adesso le chiederemo di fare anche di più, incrementando il contenuto tecnico dei suoi esercizi. L’Europeo non finisce qui, comunque. Domani ci sarà Giorgia Villa in finale alla trave. Ma queste ragazze hanno già fatto tanto. Per me era importante il punteggio virtuale del gruppo, in vista dei Mondiali di Stoccarda del prossimo ottobre, qualificanti per i Giochi di Tokyo 2020. Certo vincere fa sempre piacere, per questo ricorderemo Stettino come un Europeo bellissimo”. 

PARALLELE ASIMMETRICHE
1. ILIANKOVA Anastasiia RUS 14.833
2. MELNIKOVA Angelina RUS 14.533
3. D'AMATO Alice ITA 14.400
4. ALISTRATAVA Anastasiya BLR 14.366
5. ADLERTEG Jonna SWE 14.300
6. CHARPY Lorette FRA 14.100
7. DE JESUS DOS SANTOS Melanie FRA 13.766
8. VEERMAN Sanna NED 12.366