Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

A conclusione degli eventi organizzati nel 2018 dalla Federazione Italiana Gioco Calcio, per celebrare i suoi 120 anni di vita, si è svolta questa mattina nella Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri la 7ª edizione del Premio Nazionale Letteratura del Calcio ‘Antonio Ghirelli’. La data del 21 dicembre non a caso è coincisa con il 50° anniversario della scomparsa di Vittorio Pozzo, il mitico Commissario Tecnico della nazionale italiana di calcio vittoriosa nei Campionati del Mondo del 1934 e del 1938, senza considerare che il 21 dicembre 2010 ci lasciava anche Enzo Bearzot, il C.T. della nazionale di calcio campione mondiale nel 1982 in Spagna.

Nella splendida sala un vero parterre de roi, con in prima fila, accanto al Presidente della Federcalcio Gabriele Gravina, Franco Carraro, Luigi Abete, Gianni Rivera, Luigi Di Biagio, Riccardo Cucchi, Luigi Pardo, Giancarlo Pezzuto e Fabio Gregori  

Alla cerimonia, nella quale è stato mostrato il francobollo commemorativo di Poste italiane dedicato a Vittorio Pozzo con annullo filatelico, ha presenziato, su delega del numero uno della F.G.I. Cav Gherardo Tecchi, il vicepresidente federale Rosario Pitton. Nel ringraziare il Presidente della F.I.G.C. Gabriele Gravina per l’invito, il prof. Pitton gli ha anticipato che nel 2019 la Federazione Ginnastica d’Italia compirà 150 anni ed il Cav. Gherardo Tecchi è ben lieto di ricambiare l’invito alla Federcalcio in occasione delle celebrazioni ufficiali.