Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Talisa Torretti (Faber Ginnastica Fabriano) chiude al secondo posto il turno di qualificazione degli Youth Olympic Games con il punteggio complessivo di 64.750. La ginnasta allenata da Julieta Cantaluppi si piazza immediatamente dopo la russa Daria Rustrubnikova, leader del concorso di ammissione con 68.575. Terza l’ucraina Khrystyna Ukrpohranychna (62.050). La promessa marchigiana, argento con la Squadretta juniores nella rassegna continentale di Budapest 2017, ha completato il suo programma con un sontuoso 17.400 alle clavette e un ottimo 15.350 al nastro, attrezzo con il quale ottenne il bronzo ai Campionati Europei di categoria, a Guadalajara, in Spagna, nel giugno scorso. La Torretti conquista così il pass per la finale all around a otto che si disputerà martedì 16 ottobre, risultando la seconda migliore scelta su 36 ginnaste, in rappresentanza di altrettanti Paesi. Inoltre, la quindicenne fabrianese ha conquistato l’oro olimpico giovanile nel Team Event multidisciplinare composto da atleti di Artistica, maschile e femminile, Ritmica, Trampolino e Acro (appartenenti a nazionalità diverse) con la squadra intitolata alla campionessa statunitense Simone Biles. A proposito di grandi attrezzi. L’azzurro Lay Giannini ha strappato il biglietto per la final eight alla sbarra con il settimo punteggio 12.933 (4.500 - 8.433), in un primo round spettacolare ed equilibrato, vinto dal giapponese Takeru Kitazono con 13.600. Nel concorso generale odierno l’anconetano seguito da Riccardo Pallotta si ripresenta con l’ottavo totale 78.615 (13.566 12.100 12.900 13.883 13.233 12.933) e tanta voglia di mettersi in mostra, in una gara a 18 finalmente su sei attrezzi nella stessa giornata. Nel frattempo, Giorgia Villa prosegue il suo cammino olimpico sui cinque metri della trave e con un 12.333 (5.200 - 7.133), malgrado diverse imprecisioni, fa sua la quarta finale di specialità su quattro. Nelle qualifiche del completo la reginetta di Glasgow 2018 si piazza in seconda fila con il personale di 53.966 (14.400 - 14.100 - 12.333 - 13.133), appena dietro l’ucraina Anastasiia Ukrbachynska, leader provvisoria a quota 54.066. Il Concorso generale femminile, riservato alle migliori diciotto ginnaste sulle 35 iscritte, si disputerà domani, 12 ottobre.

Foto: Simone Ferraro / CONI