Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

E’ on line su Volare.tv la seconda stagione di Fate#RTT2020. Dopo il successo della serie di lancio della docu-fiction sulle ginnaste della nazionale di artistica femminile, nate tra il 2001 e il 2004, in preparazione per i Giochi Olimpici di Tokyo - successo culminato con la pubblicazione dell’omonimo libro della Fabbri Editori (tuttora in distribuzione nelle migliori librerie d’Italia) - la FGI ha puntato sul ‘sequel’, prodotto sempre dall’associazione Ginnastica Artistica Italiana. La prima stagione, trattandosi di una vera e propria scommessa, venne offerta gratuitamente su YouTube, riscontrando moltissime visualizzazioni tra il 4 gennaio e l’8 marzo 2017, ed fu ripresa da Repubblica.it sulla propria homepage, riconoscimento prestigioso per un prodotto assolutamente inedito nel panorama della programmazione sportiva di internet. Quest’anno Fate 2, considerati gli ingenti costi di realizzazione, è disponibile dall’inizio di marzo, in pay per view, su www.volare.tv, al prezzo promozionale di € 1,295 ad episodio (meno del biglietto dell’autobus o della metro) per un accesso della durata di 15 giorni, dal momento della sottoscrizione. Un piccolo contributo che la Federazione chiede a tutti i propri appassionati per continuare a stupirli con contenuti inediti e di alto spessore tecnico. In verità, i fan più accaniti, potrebbero seguire le puntate di Fate#RTT2020 pagando un abbonamento ancora più irrisorio (€ 0,995 a puntata), ma sottoscrivendo, in effetti, un impegno di fedeltà alla nascente televisione della ginnastica, partita appena l’estate scorsa. Con il pacchetto mensile da € 9.95 (e rinnovo automatico) oppure con l’Half Season da €39,95, che arriva fino alla fine di luglio (senza rinnovo), l’abbonato a Volare Tv potrà seguire non solo tutti gli episodi del reality, ma anche, ad esempio, il Trofeo Città di Jesolo (solo per i residenti in Italia), la Serie A di Milano e Torino, e gli Assoluti, in diretta streaming, con il commento di esperti come Ilaria Colombo e le interviste ai protagonisti del mondo dei grandi attrezzi. Perché dunque il pacchetto quindicinale da € 12.95 costa di più e dura di meno, se con gli altri si vede comunque FATE? Semplice, per premiare coloro che ci seguiranno con continuità, nel tempo. Tornando alla web serie vi possiamo svelare, senza il rischio di spoiler, che è formata da 10 puntate da almeno 20 minuti ciascuna (quasi il doppio della durata della prima stagione), con, al loro interno, il racconto del training camp alla Texas Dreams Gymnastics di Dallas, dove le azzurrine si sono confrontate con le pari età stelle e strisce e gli insegnamenti di Kim Zmeskal (prima americana a vincere l’oro mondiale e allenatrice di Bailie Key e Ragan Smith); Le telecamere federali poi hanno ripreso il torneo a squadre 2017 nella giornata inaugurale di Torino, al PalaLottomatica di Roma, sotto lo sguardo del Presidente del Coni Giovanni Malagò, e ad Eboli, nonché la X edizione del Trofeo Città di Jesolo, che tenne a battesimo la futura campionessa del Mondo, Morgan Hurd. Gli irriducibili della polvere di magnesio, pur rimanendo seduti sul divano di casa o davanti alla propria scrivania, potranno seguire, come se ne facessero parte, la delegazione GAF impegnata al Ghent Flanders e agli Eyof di Gyor, in Ungheria, dove le piccole ginnaste dell’accademia internazionale di Brescia hanno buttato il cuore oltre l’ostacolo, scoprendosi già grandi. Gli Assoluti di Perugia che incoronarono a sorpresa la “Fata” Elisa Iorio fanno poi da preambolo al gran finale, i Mondiali di Montreal. Vivrete dunque il back stage di una annata incredibile attraverso il racconto delle dirette interessate, sui vostri smartphone o tablet e/o su una Smart Tv. Come si può facilmente intuire dalle location delle riprese, sparse un po’ in tutto il pianeta, lo sforzo produttivo della Federazione e del team di GAI è stato davvero immane. Uno sforzo che da un lato supplisce a quanto purtroppo non viene fatto dai network televisivi, dove è sempre più difficile seguire la Ginnastica, e che dall’altro non potrebbe essere sostenuto senza un piccolo supporto economico da parte di coloro che invocano a gran voce la visibilità delle nostre amate discipline. La FGI pertanto, anche in base al gradimento del proprio pubblico, valuterà se investire su una terza eventuale stagione di Fate#RTT2020. Correte ad abbonarvi dunque, vi promettiamo che non ve ne pentirete!