Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Marta Pagnini, ex capitano della squadra nazionale di ginnastica ritmica a Rio de Janeiro, insieme a Veronica Bertolini, individualista azzurra ai Giochi Olimpici del 2016 in Brasile, sono state le protagoniste del primo “Incontro con il Campione”, per il progetto “Scuole aperte allo sport”, dedicato alle scuole secondarie di I grado, promosso dal Coni e dalle Federazione Sportive Nazionali, in collaborazione con il Miur e con il sostegno di Samsung Electronics Italia che, per l’anno scolastico 2017-2018, coinvolge in via sperimentale 100 scuole su tutto il territorio nazionale, con 1.500 classi e circa 30.000 ragazzi. Una proposta dedicata a scuole, insegnanti e studenti che consente la scoperta di discipline sportive nuove in grado di stimolare ed appassionare i ragazzi, favorendo lo sviluppo di un bagaglio motorio globale e un orientamento sportivo consapevole tra gli 11 e i 13 anni. “Scuole aperte allo sport” offre un pacchetto di attività totalmente gratuito. Il programma prevede:

  • Settimane di sport: per tre settimane (una a sport) in orario curriculare, l’insegnante di educazione fisica viene affiancato dai Tecnici federali, laureati in scienze motorie;
  • Pomeriggi sportivi: corsi gratuiti per gli studenti relativi ai 3 sport, tenuti da tecnici federali nelle palestre delle scuole, un pomeriggio a settimana, fino a fine anno scolastico;
  • Percorso valoriale: “Campioni di fair play” con l’obiettivo di diffondere il gioco corretto che prevede anche una sezione dedicata alla lotta al cyberbullismo “Metti in rete il fair play” al quale è legato un contest a premi;
  • Kit di attrezzature sportive: ogni scuola riceve un kit con piccole attrezzature sportive per realizzare i tre sport abbinati, lasciato in dotazione alle scuole dalle FSN aderenti;
  • Feste finali: con giochi, prove e dimostrazioni dei ragazzi, legate agli sport sperimentati, svolte all’interno delle scuole, a fine percorso.

Nelle scuole partecipanti sono proposte atletica leggera e ginnastica a cui si affianca un terzo sport. Sono tredici le Federazioni Sportive che partecipano insieme al Comitato ltaliano Paralimpico, per favorire l’inclusione nel progetto dei ragazzi con disabilità. Fra queste anche la Federazione Ginnastica d’Italia. A supporto dei docenti nelle attività e nella diffusione del percorso valoriale, ogni scuola identifica un team di studenti gli “Young Ambassador” con il compito di stimolare la partecipazione delle classi al contest a premi. In piena coerenza con i contenuti del percorso valoriale del progetto, è infine prevista la presenza di un esperto che coinvolgerà i ragazzi in riflessioni e darà loro spunti utili per un utilizzo corretto del web e degli strumenti social per contrastare il cyberbullismo e diffondere le regole del “digital fair play”. La Pagnini, bronzo a squadre ai Giochi di Londra 2012, e la Bertolini, cinque volte campionessa italiana assoluta, hanno raccontato agli studenti di Trento la propria esperienza a cinque cerchi, vissuta con il gruppo la prima e da individualista la seconda. Il prossimo appuntamento con la ginnastica è in programma mercoledì 14 febbraio. Nel giorno di San Valentino, Michela Castoldi e Davide Donati, la coppia per eccellenza dell’Aerobica, campioni del mondo in carica, incontreranno i ragazzi dell’Istituto Comprensivo Marassi di Genova. Il 27 febbraio invece sarà il turno di Vanessa Ferrari ad Alessandria.