Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

 "L'allarme sul virus Zika è ingiustificato perché' la situazione è ben sotto controllo. Se consiglierei agli appassionati di andare ai Giochi? Assolutamente sì, andate a vedere questa splendida Olimpiade". Lo ha dichiarato Antonio Spataro, direttore dell'Istituto di medicina e scienza dello sport del Coni a margine della inaugurazione della nuova palestra di riabilitazione. "Siamo arrivati a 52 paesi che hanno riportato una trasmissione dello Zika virus - ha aggiunto Spataro - I casi crescono ma non c’è un incremento delle problematiche cliniche al seguito della patologia. Rimane l'attenzione per le donne in gravidanza che devono evitare i Paesi a rischio e adottare tutte le misure necessarie di prevenzione: indossare abiti lunghi, usare repellenti cutanei anche di giorno, l'aria condizionata la notte tenendo chiuse le finestre, tutte cose che attualmente l'Organizzazione mondiale della sanità e il Comitato olimpico internazionale consigliano agli atleti che devono andare a gareggiare". Spataro ha poi assicurato che "il Brasile sta facendo di tutto per bonificare l'area attraverso la disinfestazione di tutte le zone, noi facciamo tutto quello che è necessario come istituto. Abbiamo anche creato una 'Zika news' che ogni 15 giorni mandiamo a tutti i medici federali aggiornandoli sulle novità. Preoccupazione da parte degli atleti? Fino ad oggi non ho percepito paura o reticenza a gareggiare in Brasile. Fino a qualche giorno fa i ragazzi della nazionale di tuffi erano a Rio tranquillamente. I nostri atleti sono tranquilli".