Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Tra volteggi sulle pedane e la rincorsa dei 25 metri, anelli e cavalli, travi, sbarre e parallele, anche la ginnastica artistica è pronta a dare il via al campionato nazionale maschile e femminile di Serie A1, A2 e B. L’edizione 2019 sarà un evento di grande rilevanza, in quanto darà il via ai festeggiamenti per il 150° anniversario della fondazione della Federazione Ginnastica d’Italia. Per questo motivo risulta significativa l’assegnazione dell’organizzazione alla ASD Ginnastica Pro Patria Bustese (con la collaborazione del comune di Busto Arsizio e il sostegno di Varese Sport Commission e Camera di Commercio di Varese), storica realtà cittadina che con ben 138 anni di attività alle spalle risulta una delle più longeve nel panorama sportivo italiano. Infatti, Busto si prepara a diventare, per un fine settimana, la capitale italiana dei grandi attrezzi: sabato 23 e domenica 24 febbraio il PalaYamamay diventa il teatro della prima tappa di torneo di grande fascino, prestigio e tradizione, che affonda le sue origini al 1986. Nella prima edizione, 33 anni or sono, e nelle successive 5, lo scudetto degli uomini finì ad una manciata di chilometri dalla cittadina bustese, e precisamente a Gallarate. L’inaugurazione della competizione 2019 invece sarà un debutto assoluto a livello organizzativo per la città e per questa speciale occasione è stato coniato l’hashtag #primaABusto. Mentre nel 2018 il format del campionato prevedeva una serie unica, nella nuova stagione si torna alla formula a 36 squadre, suddivise in tre categorie (A1, A2 e Serie B), ciascuna da 12 squadre, con promozioni e retrocessioni determinate dalla somma dei punteggi speciali accumulati nelle tre prove (1. Busto Arsizio – 2. Padova 29/30 marzo – 3. Firenze 3/4 maggio) . Ogni giornata prevede sei esercizi maschili (corpo libero, cavallo con maniglie, anelli, volteggio, parallele e sbarra) e quattro femminili (volteggio, parallele, trave e corpo libero). Protagonisti dell’evento oltre 400 atleti provenienti da tutto il PaesePartono ovviamente con i favori del pronostico i campioni in carica della Ginnastica Salerno nel settore maschile e della Brixia Brescia (vincitrice delle ultime 5 edizioni consecutive e, dal 1987 ad oggi, di 16 titoli complessivi) in quello femminile. Agli attrezzi saranno impegnati alcuni dei migliori ginnasti italiani. Tra in tanti citiamo gli idoli di casa - Ares Federici e l’aviere dell’Aeronautica Militare Ludovico Edalli – l’azzurro Nicola Bartolini della Ginnastica Salerno, il campione continentale juniores Nicolò Mozzato (Spes Mestre) e l’altro aviere del G.S. di Vigna di Valle, Marco Lodadio, impegnato tra le file della Ginnastica Civitavecchia (medaglia di bronzo ai Mondiali di Doha 2018), Giorgia Villa, Brixia Brescia, vincitrice di tre medaglie d’oro alle Olimpiadi giovanili, campionessa europea junior e italiana assoluta in carica, le gemelle  Asia Alice D’Amato e la regina italiana al corpo libero dell’Esercito Italiano, Lara Mori (Giglio Montevarchi). L’evento si aprirà nel pomeriggio di sabato 23 febbraio, con la serie cadetta, a partire dalle 16.00; domenica 24 alle 9.30 andrà in scena la prova di A2. Dalle 14.30 il clou dell’evento con la Serie A1. I biglietti per assistere alla competizione sono acquistabili su www.ticketone.it e nei punti vendita del circuito Ticketone. I prezzi per la giornata di domenica (esclusa prevendita) sono di 20 euro per il primo anello e 14 euro per il secondo anello; entrambi i settori sono non numerati. Per la giornata del sabato il biglietto avrà il prezzo unico di 6 euro per entrambi i settori. Ulteriori informazioni sul Campionato Italiano sono disponibili sui siti ufficiali della Pro Patria Bustese (CLICCA QUI) e della Federazione Ginnastica d’Italia (CLICCA QUI), dove è possibile scaricare anche il modulo per l’accreditamento media. L’evento è inoltre seguito dalla pagina Facebook www.facebook.com/primaabusto e sul profilo Instagram www.instagram.com/primaabusto, con l’hashtag #primaABusto. Una sintesi della gara sarà trasmessa in differita, on demand su www.volare.tv, la settimana successiva all’evento, a beneficio degli abbonati e dei tesserati aventi diritto all’accesso free (CLICCA QUI).