Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Il nuovo che avanza e che vince! L'Italbaby di Artistica ha detto, eccome, la propria nella terza edizione della Saintè Gym Cup 2019, il torneo internazionale dedicato alla categoria junior in scena quest'oggi a Saint Etienne in Francia. La Squadretta azzurra - composta da Angela Andreoli e Giorgia Leone (Brixia), Camilla Campagnaro (Audace), Manila Esposito (Ginnastica Civitavecchia), Micol Minotti (Centro Sport Bollate) e Chiara Vincenzi (Inside Wellness Gym) - è arrivata al secondo posto con 158.600 punti, dopo una buonissima gara che ha permesso alle baby azzurre di festeggiare la medaglia d'argento alle spalle dell'irraggiungibile rappresentativa inglese e davanti alla Francia padrona di casa. Una bella prova per l'Italia junior, una tappa fondamentale in preparazione dell'European Youth Olympic Festival: “Avevamo in squadra – ha detto il tecnico Marco Campodonicosoltanto due ginnaste in età per gli EYOF, Minotti, Vincenzi e Campagnaro, che hanno eseguito il programma completo mentre quest'ultima un attrezzo solo per problemi fisici. Inoltre c'erano due classe 2006, che si sono ben comportate come d'altronde le altre: tutte hanno dato il proprio contributo, al di là di qualche errore che ci può stare”. A livello individuale, la Andreoli ha potuto festeggiare il terzo posto individuale nella competizione francese (51.200 punti) dietro all'inglese Ondine Achampong e alla francese Alizée Letrange Mouakit: “Già si parla da un po' di tempo di lei – ha proseguito Campodonico al termine del test internazionale – ha fatto un'ottima prestazione. Vediamo cosa farà in futuro, intanto ha cominciato a farsi vedere”. Le baby azzurre sono state accompagnate in Francia, oltre che da Campodonico, anche dall'altra tecnica Monia Marazzi, dal capo delegazione Arianna Alberton, dagli ufficiali di gara Linda Balugani e Sandra Fei e dal fisioterapista Alessandro Cervati.