Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Due medaglie d'oro al collo e siamo ancora a metà dell'opera. La prima giornata in Polonia, per la delegazione azzurra di Ritmica impegnata al Torneo Internazionale "Rhythmic Stars", è stata decisamente ricca di soddisfazioni. Innanzitutto per la Squadretta Nazionale junior che ha trionfato nell'all around, salendo sul gradino più alto del podio con il punteggio di 42.300, dato dalla somma dello strepitoso 22.950 ai 5 cerchi (le migliori tra tutte le rivali) e del 19.350 ai 5 nastri con una lieve perdita di attrezzo. Le baby azzurre si sono piazzate davanti all'Azerbaijan e a Israele. Inoltre la competizione alla Gdynia Arena era valevole anche per la team competition, ovvero la classifica stilata sulla base dei punteggi dei gruppi più le quattro routine dell'individualista junior. L'Italia ha fatto il bis vincendo un'altra medaglia d'oro, merito della Squadretta composta da Serena Ottaviani (Faber Fabriano), Alexandra Naclerio (Club Giardino), Giulia Segatori e Siria Cella (Auxilium Genova) con le due new entry Alessia Leone (Eurogymnica) e Carmen Bardaro (Faber Fabriano) e del talento di Sofia Raffaeli. La ginnasta di Fabriano ha strappato la qualificazione in tutte e quattro le finali con i primi punteggi in ogni attrezzo (fune 19.350; palla 19.700; clavette 21.050; nastro 19.600). Le individualistae senior, infine, sono a metà della competizione dopo le prime due rotazioni del concorso generale. Al momento Nina Corradini, dopo una buona gara, è al secondo posto nella classifica provvisoria, frutto del 18.600 al cerchio e del 19.500 alla palla mentre Talisa Torretti, nonostante qualche sbavatura, si trova virtualmente sul terzo gradino del podio (18.450 CE - 18.650 PA).