Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

L’Italbaby della Ginnastica Ritmica ha iniziato a conquistare medaglie sul palcoscenico internazionale, in occasione del Torneo Junior in scena nel giorno di San Valentino a Mosca in Russia. Infatti la squadretta nazionale formata da Siria Cella e Giulia Segatori (Auxilium Genova), Alexandra Naclerio (Club Giardino), Vittoria Quoiani (Armonia d’Abruzzo), Serena Ottaviani (Faber Fabriano) e Simona Villella è salita sul secondo gradino del podio nel concorso generale della manifestazione russa con il punteggio totale di 34.700 dato dalla somma dei due esercizi ai 5 cerchi e ai 5 nastri. Le piccole azzurre, guidate dalle tecniche Julieta Cantaluppi, Kristina Ghiurova ed Elena Aliprandi (funzionario delegato e responsabile della delegazione), si sono piazzate alle spalle della Russia (totale 41.200) e hanno relegato Israele al terzo posto (con 34.450). Nelle finali di specialità poi l'Italbaby si è piazzata quarta ai 5 cerchi e quinta ai 5 nastri.

Non sono state da meno le due individualiste italiane, Sofia Raffaeli ed Eleonora Tagliabue, che hanno portato in alto il tricolore sulla pedana della Luzhniki Sport Palace di Mosca. Nell’all around per team infatti hanno conquistato la medaglia d’argento, davanti Israele e alle spalle della Russia, dominatrice dell’incontro internazionale. E non è finita qui perché il talento della Faber Fabriano si è presa la piazza d’onore anche nelle finali di specialità alla palla e alle clavette mentre la stellina della San Giorgio Desio ’79 ha disputato quelle alla fune (settimo posto) e al nastro (sesta posizione).

Un’eccellente prestazione per l’Italbaby che tornerà proprio a Mosca quest’anno per la prima edizione del Campionato del Mondo Junior (dal 19 al 21 luglio), dopo aver affrontato l’Europeo di categoria a Baku in Azerbaijan (dal 16 al 19 maggio).