Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Il primo giorno di finali ai Campionati Mondiali di Trampolino Elastico 2017 è stato un trionfo per la Cina, le cui squadre hanno vinto tre dei primi quattro titoli in palio: Trampolino a squadre maschile, quello femminile e il Tumbling femminile. La Russia, invece, ha ottenuto l'altro oro nel Double Mini trampolino maschile. La Cina torna sul tetto del Mondo. Con il loro trio stellare formato dal campione olimpico di Dong Dong, Tu Xiao e Gao Lei - campioni iridati rispettivamente nel 2013, 2014 e 2015 - la squadra cinese (con anche Xiao Jinyu) è entrata in finale come favorita. Tuttavia la strada per il successo non è stata così facile poichè i loro rivali russi (Dmitrii Ushakov, Sergei Azarian, Andrey Yudin e Mikhail Melnik) hanno combattuto fino all’ultimo salto. Come aveva già fatto in qualificazione il giorno prima, Ushakov ha terminato con il miglior punteggio della serata, mettendo enormi pressioni su Gao Lei che è salito sul Trampolino come l'ultimo ginnasta in gara. Tuttavia, il campione del mondo ha resistito alla sfida e, con un margine di appena 0,3 punti, la Cina ha recuperato il titolo di squadra che aveva perso nel 2015 contro la Bielorussia. Con la medaglia di bronzo, il Giappone (Daiki Kishi, Masaki Ito, Ryosuke Sakai e Ginga Munetomo) ha completato il podio. Questa ultima medaglia d'oro è stata una meravigliosa consolazione per Dong e Tu che, poco prima, avevano perso la possibilità di giocarsi la finale nel Syncro dopo un errore del primo in qualificazione all'inizio di giornata.

E le donne cinesi non sono state da meno. Guidate dalla campionessa mondiale del 2014, Liu Lingling e dalla campionessa olimpica giovanile Zhu Xueying, la Cina (anche Zhong Xingping e Zhu Shouli) ha offerto un vero e proprio spettacolo di classe ed è salita sul gradino più alto del podio. Tuttavia è stata di Tatsiana Piatrenia la migliore routine giornaliera, che ha permesso ai bielorussi (con lei anche Hanna Harchonak, Maryia Makharynskaya e Anhelina Khatsian) di raccogliere l'argento come negli ultimi Mondiali. La Gran Bretagna (Laura Gallagher, Isabelle Songhurst e Katherine Driscoll) ha vinto il bronzo trovando un posto sul podio per la prima volta dal titolo iridato 2013 sempre qui a Sofia.

Dopo le finali a squadre siamo passati a quelle del Syncro maschile e femminile. Primo oro mondiale per il campione olimpico 2016, Uladzislau Hancharou. Dopo aver vinto l’argento nel syncro ai due campionati del mondo precedenti, ha raggiunto la vetta del podio insieme al suo nuovo partner Aleh Rabtsau, superando i loro rivali grazie a due routine molto pulite. Una giornata memorabile per l’olimpionico del 2016 che, nel suo palmares, può ora vantare sei medaglie mondiali (3 argenti – 2 bronzi – 1 oro). Il duo britannico Luke Strong e Nathan Bailey ha raggiunto la piazza d’onore davanti ai russi Dmitrii Ushakov - medaglia di bronzo a Londra 2012 . e Andrey Yudin – bronzo ai Mondiale di Odense 2015 nell’individuale.

La Cina si ripete. Dopo la finale a squadre, la coppia cinese Zhong Xingping e Zhu Xueying sono tornate all'Arena Armeec per reclamare il titolo mondiale nel Synchro. Grazie ai punteggi più alti dell'esecuzione e della difficoltà, Zhong - la campionessa in carica - e Zhu hanno mantenuto il dominio cinese al 32° Mondiale di Trampolino Elastico. In una finale giocata su pochi decimi di punto, i giapponesi Hikaru Mori e Takagi Yumi hanno preso l'argento davanti a Tatsiana Piatrenia e Maryia Makharynskaya, la coppia bielorussa che ha aggiunto la medaglia di bronzo a quella d'argento conquistata con il Team.

Oggi, invece, i migliori 24 delle qualificazioni si sfideranno nella semi finale (dalle 12:30 ore italiane) e scopriremo gli 8 che si troveranno nuovamente sul Trampolino bulgaro per la finale di specialità.

Classifiche:

Dal nostro inviato Federico Calabrò - foto ©FIG

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); JCEMediaBox.init({popup:{width:"",height:"",legacy:0,lightbox:0,shadowbox:0,resize:1,icons:1,overlay:1,overlayopacity:0.8,overlaycolor:"#000000",fadespeed:500,scalespeed:500,hideobjects:0,scrolling:"fixed",close:2,labels:{'close':'Chiudi','next':'Successivo','previous':'Precedente','cancel':'Annulla','numbers':'{$current} di {$total}'},cookie_expiry:"",google_viewer:0},tooltip:{className:"tooltip",opacity:0.8,speed:150,position:"br",offsets:{x: 16, y: 16}},base:"/",imgpath:"plugins/system/jcemediabox/img",theme:"standard",themecustom:"",themepath:"plugins/system/jcemediabox/themes",mediafallback:0,mediaselector:"audio,video"}); if(typeof acymailing == 'undefined'){ var acymailing = Array(); } acymailing['NAMECAPTION'] = 'Nome'; acymailing['NAME_MISSING'] = 'Inserisci il tuo nome.'; acymailing['EMAILCAPTION'] = 'Email'; acymailing['VALID_EMAIL'] = 'Inserisci un indirizzo email valido.'; acymailing['ACCEPT_TERMS'] = 'Leggi le note sulla Privacy e sui Termini di Utilizzo'; acymailing['CAPTCHA_MISSING'] = 'Inserisci il codice di sicurezza visualizzato nell\'immagine'; acymailing['NO_LIST_SELECTED'] = 'Si prega di selezionare le liste a cui si desidera iscriversi'; acymailing['level'] = 'enterprise'; acymailing['reqFieldsformAcymailing22611'] = Array('name','html'); acymailing['validFieldsformAcymailing22611'] = Array('Inserisci un valore per il campo Nome','Inserisci un valore per il campo Ricezione'); acymailing['excludeValuesformAcymailing22611'] = Array(); acymailing['excludeValuesformAcymailing22611']['name'] = 'Nome'; acymailing['excludeValuesformAcymailing22611']['email'] = 'Email'; jQuery(function($){ $(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"}); });