Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Centennial Hall - Gli azzurri della Ginnastica Aerobica Michela Castoldi, Davide Donati, Emanuele Caponera, Sara Natella e Paolo Conti - impegnati a Breslavia (POL) per i World Games -  mancano l'accesso alla finale del Gruppo con il totale di 19.355 (Art. 8.500, Esec. 7.700, Diff. 2555), a meno di un punto dalla Russia ultima qualificata (tot.20.333, Art. 8.950, Esec. 8.050, Diff. 2.333). L’Italia è così prima riserva e va ad  occupare il 5° posto della classifica preliminare davanti alla Francia (18.627, Art. 8.450, Esec. 7.600, Diff. 1.777). I vice campioni del mondo in carica sono rimasti in lizza per la finale fino alla penultima routine, quella della Russia, che per meno di un punto ha poi avuto la meglio sul team della DTN Righetti. Le finali in programma questa sera alle 18:38 con Romania, Cina, Ungheria e Russia.  

“Una imprecisione del sollevamento iniziale ci è costato uno 0.30 – spiega la DTN della sezione di Aerobica, Luisa Righetti -  Questo errore ha mandato in confusione i ragazzi innescando un effetto a catena che ha influito sulla qualità del punteggio artistico, di conseguenza non hanno eseguito l’esercizio come era stato in origine costruito. Ben tre elementi di difficoltà non ci sono stati attribuiti – prosegue l’head coach – e sicuramente in un format di gara a sei squadre entrare in pedana per primi (come per ultimi, ndr) può essere penalizzante. Il fatto poi che Michela (Castoldi, ndr) fosse reduce da un periodo di stop dovuto al suo ultimo infortunio (piede destro, ndr)ci ha dato comunque poco tempo per la preparazione in collettivo. Adesso i ragazzi hanno bisogno di un breve periodo di riposo – conclude la tecnica – anche se a breve, fra circa due mesi, dovranno essere pronti per i Campionati Europei di Ancona. Una pausa ci darà la possibilità di riflettere insieme sugli esercizi da presentare all’appuntamento continentale”. 

 

Comunicato stampa dell'Ufficio Comunicazione e Relazioni Esterne FGI