Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

La due giorni di Sport Digital Marketing Festival è stata un successo: lo dicono sia i numeri che hanno fatto esplodere i social network soprattutto su Twitter – l'hashtag #sportmarketingfest è andato subito nei trend topic Italia del primo giorno - sia i partecipanti: studenti, professionisti, atleti, esperti di comunicazione che hanno individuato nella qualità dei contenuti offerti il tratto distintivo dell'evento. 800 presenze in 2 giorni, 48 speaker, 3 tavole rotonde, 3 ospiti a sorpresa e un ambiente carico di energia, per un evento organizzato da EuropaCube Innovation Business School e dal Master Social Media e Digital Marketing. Affollatissimi sia il palcoscenico sia la sala. Quelle del 13 e 14 giugno al palazzo dei Congressi di Riccione sono state giornate piene ed emozionanti, condotte da Rudy Bandiera con ironia e padronanza, in stile Ted, con un susseguirsi incalzante di interventi e sorprese fuori programma. Tra queste la presenza della capitana della Squadra di Ritmica ai Giochi di Rio de Janeiro, l’aviere del Gruppo Sportivo dell’Aeronautica Militare, Marta Pagnini che nella serata di gala ha ritirato il premio “Legend Awards”. Il pubblico ha potuto incontrare e dialogare direttamente con i tanti professionisti della comunicazione digitale del mondo dello sport, oltre ad avere numerosi momenti per scambiare esperienze, idee e progetti tra colazioni, aperitivi e cene. Utilizzo dei social network per potenziare le campagne per ticketing e abbonamenti; strategie di marketing per valorizzare sia i campioni, sia i club e gli atleti ad ogni livello; sponsorship e fan engagement; importanza di creare contenuti di valore e di un corretto posizionamento digitale: questi alcuni tra i temi più analizzati. Particolare interesse ha destato lo speech del responsabile dell’Ufficio Comunicazione e Relazioni Esterne FGI, David Ciaralli, il quale ha raccontato ad una platea di addetti ai lavori l’esperienza di Volare TV, la nuova pay per view federale. “Abbiamo già annunciato la data della prossima edizione, nel 2019 – ha dichiarato Arianna Ioli, coordinatrice e content manager dell’evento – siamo molto orgogliosi del risultato ed abbiamo già in mente nuovi spunti, collaborazioni e novità per rendere il programma dell’anno prossimo irresistibile. Nel bilancio di questa edizione ci sono persone che vanno a casa contente, soddisfatte e con un bel bagaglio di consigli utili e… persone che si mangiano le mani per non essere riuscite ad esserci e che già scrivono per sapere se si farà di nuovo!”.